Banca condannata per usura

Cronaca

“Una nota BANCA è stata condannata dal Tribunale Civile di Napoli Nord alla restituzione degli interessi corrispettivi pattuiti nella fase contrattuale in quanto superiori al tasso soglia di usura vigente. Si specifica, altresì che la banca in questione è cessionaria del credito in quanto subentrata nel rapporto instaurato con altra società finanziaria.

In seguito alla nota trasmessa dalla banca, si specifica che nessun intento diffamatorio né denigratorio ha indotto a rendere nota la sentenza e che la stessa è stata pubblicata in questa pagina esclusivamente per fini informativi circa l’attività professionale espletata”.

Il Tribunale di Napoli Nord ha condannato una importante banca per usura. L’azione è stata esperita dallo studio Benigno/Palumbo/Romano con sede ad Aversa in via G. Gentile, 2 in seguito alla valutazione e perizia tecnica di parte cui è stato sottoposto il contratto di finanziamento erogato nel 2008 a favore di un consumatore.

Sentenza MM privacy_000515

Dalla perizia di parte, poi confermata dal CTU incaricato dal Giudice, è emerso che la banca ha applicato interessi usurari per cui il Giudice ha ordinato la restituzione di tutti gli interessi già corrisposti sancendo la gratuità del finanziamento.

Il contratto era apparentemente conforme alla legge antiusura ma, in seguito alle verifiche contabili, è emerso che la banca non aveva incluso tutti i costi sostenuti dal soggetto finanziato (consumatore) nel calcolo del tasso effettivo globale indicando sul contratto un Teg inferiore a quello realmente applicato e al di sotto del tasso soglia di usura.

Tale anomalia non è sfuggita al consulente tecnico di parte che ha evidenziato il costo effettivo del finanziamento includendo nel Teg anche i costi assicurativi.

Lo studio ha ottenuto finora diverse vittorie in diversi tribunali d’Italia grazie alla competenza in materia di diritto bancario maturata nel corso degli anni.

Avv. Luigi Benigno

avvluigibenigno@gmail.com