Fermiamo la grande distribuzione. Stop consumo di suolo!

Ambiente & Turismo

Rivendicazioni, pratiche e progetti per un alternativa alla GDO basata su mutualismo, riappropriazione e autogestione.

BARI – A Bari nuovi ipermercati e centri commerciali sorgono come funghi in ogni parte della città, come nel caso di Santa Caterina: l’area più iperconcentrata d’Europa (Università di Lecce).

La Grande Distribuzione Organizzata significa:

  • Cementificazione, dissesto idrogeologico, devastazione di interi territori.
  • Avvelenamento e impoverimento delle terre e dell’ambiente a causa dell’agricoltura industriale.
  • Condizioni lavorative disumane nelle campagne, nella logistica e nella distribuzione.
  • Strozzamento dell’attività artigianale e del piccolo commercio, sia in sede fissa che ambulante, spesso a conduzione familiare.
  • Mortificazione dell’agricoltura contadina.

MANIFESTAZIONE 8 FEBBRAIO

Piazza delle Libertà (ex piazza prefettura) ore 10,30

Portiamo in piazza pratiche e istanze alternative alla GDO

ABBIAMO CHIESTO UN INCONTRO CON LE ISTITUZIONI COMUNALI PER:

  • Una delibera comunale che dichiari lo stop al consumo di suolo.
  • Una moratoria regionale che blocchi ulteriori costruzioni di ipermercati in città.
  • Garantire il diritto all’accesso alle terre per chi le coltiva

Intendiamo, inoltre, costruire una rete sindacale tra la cittadinanza e chi pratica autogestione, mutualismo, autoproduzioni alimentari e artigianali, agricoltura agroecologica e sociale, piccole distribuzioni.

Fb: assemblea terra e giustizia sociale

Indirizzo mail: terraegiustiziasociale@gmail.com