Nunzia Catalfo, dopo il cuneo fiscale c’è il salario minimo

Economia & Finanza

Nunzia Catalfo annuncia l’inizio dei lavori per il salario minimo: “Abbiamo inserito già nella nota di aggiornamento al Def alcuni punti salienti”. La ministra Nunzia Catalfo ha annunciato una nuova sfida del governo, che, secondo quanto annunciato dalla ministra, dovrebbe procedere con l’introduzione di una norma per il salario minimo, uno dei cavalli di battaglia del Movimento 5 Stelle.

Nunzia Catalfo ‘annuncia’ il salario minimo La ministra del lavoro e delle politiche sociali, in occasione di un evento, ha parlato della nuova missione del governo Conte: il salario minimo. “Abbiamo inserito già nella nota di aggiornamento al Def alcuni punti salienti, uno è il salario minimo: cioè dare un salario dignitoso a tutti coloro che hanno delle retribuzioni troppo basse. E parliamo di cinque milioni di lavoratori che faticano a fine mese […].

Quindi è giusto che, insieme al decreto appena approvato sul cuneo fiscale, si pensi anche a un’iniziativa sul salario minimo”. “Il salario minimo ha sempre fatto parte del nostro programma e come ministra del lavoro credo sia una priorità. Credo ci siano tutte le possibilità che possa essere portato a casa”. Fonte foto: https://twitter.com/Palazzo_Chigi Catalfo, “Sono molto fiduciosa, lo faremo come abbiamo fatto con i rider” La Catalfo ha presentato anche i dettagli, o almeno quelle che dovrebbero essere le linee guida del piano per l’introduzione di un salario minimo. Il governo dovrebbe agire applicando lo stesso schema utlizzato per risolvere la questione dei rider. “Lo faremo così come abbiamo fatto per i rider, con una norma che il governo ha condiviso con tutta la maggioranza, creandola perfettamente in linea con la sentenza della Cassazione.

Sono molto fiduciosa e credo che in poco tempo possiamo portare a casa una norma che veda i lavoratori non addossarsi i rischi d’impresa e anche le imprese, perché non è abbassando i salari che si aiuta a fare progredire il Paese”.