Incendio Buttol: dichiarazione assessore all’Ambiente Carrabba

Ambiente & Turismo

SAN SEVERO – Con riferimento all’incendio che ha distrutto i mezzi e le strutture della BUTTOL SRL nella giornata di domenica 26 gennaio 2020, l’Assessore con delega all’Igiene ed Ambiente Felice Carrabba ha rilasciato la seguente dichiarazione.

Gli efferati atti di domenica 26 gennaio scorso, come noto, hanno comportato la distruzione di strutture di proprietà del comune e di 25 mezzi per la raccolta dei rifiuti di proprietà della azienda BUTTOL srl, affidataria del servizio di igiene urbana, mettendo in seria discussione il servizio di raccolta sia per le attività commerciali che per la cittadinanza. L’Amministrazione si è immediatamente attivata per fare fronte all’emergenza chiedendo sostegno alle istituzioni a tutti i livelli e attivando un nucleo operativo interno in grado di organizzare e gestire in maniera strutturata le attività da porre in essere.

L’Assessorato all’Ambiente di riferimento, i vertici della Buttol e la struttura tecnica comunale incardinata nell’area VI – Ambiente e Sviluppo Sostenibile, che si è dimostrata immediatamente disponibile a collaborare nonostante la festività in corso, sono stati capaci di trovare soluzioni che hanno consentito di garantire la regolare ripresa delle attività di raccolta già nella giornata di lunedì. Sono stati così scongiurati grandi disagi per la cittadinanza oltre al rischio di abbandono incontrollato di rifiuti che di solito si verifica in concomitanza di questi episodi.

Corre l’obbligo di ringraziare il dirigente dell’area, Ing. Benedetto di Lullo, e lo staff tecnico che lo ha assistito nelle figure della Dott.ssa Letizia Conte e del Sig. Antonio Di Canito per la professionalità dimostrata e l’eccellente lavoro svolto.

Questa Amministrazione ancora una volta ha dimostrato la propria efficienza nel rispondere prontamente alle esigenze della città. Tuttavia le conseguenze dell’atto delittuoso avrà ripercussioni su tutta la città. Chiediamo perciò agli abitanti collaborazione e tolleranza di fronte all’inevitabile disagio legato all’utilizzo del minor numero di mezzi meccanici attualmente disponibili per la raccolta.

Invitiamo tutti al rispetto dei beni comuni evitando in particolare l’abbandono dei rifiuti nelle campagne e nelle strade poderali già tormentate da comportamenti delinquenziali.

L’Assessore all’Ambiente – Felice Carrabba