Piemontese Startup Weekend Foggia

Scienza & Tecnologia

FOGGIA – Una nuova area web aperta allo scambio di informazioni, servizi e materiali tra le imprese giovanili e lo staff della Regione Puglia e di ARTI. Lo ha annunciato ieri sera l’assessore regionale alle Politiche giovanili, Raffaele Piemontese, aprendo la quarta edizione di Startup Weekend Foggia, tre intense giornate organizzate nella sede della Camera di Commercio del capoluogo dauno, per accompagnare i giovani partecipanti a mettersi alla prova su un’idea imprenditoriale innovativa.

Nel sito web pingiovani.regione.puglia.it è stata aperta una sezione interamente dedicata all’accompagnamento, la parte giudicata più dinamica e interessante di “PIN – Pugliesi Innovativi”, rispetto al pur fondamentale finanziamento fino a 30 mila euro che il programma regionale delle politiche giovanili indirizza alle idee innovative sul piano culturale, tecnologico o sociale, elaborate da pugliesi under 35.

All’indirizzo http://pingiovani.regione.puglia.it/accompagnamento si possono trovare tutte le offerte e le proposte per fare meglio impresa, le opportunità per scoprire e testare il mercato in fiere di settore, i servizi di affiancamento e tutte le offerte di networking, visite aziendali e altro che l’Assessorato alle Politiche giovanili e l’Agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione della Regione Puglia organizzano per accompagnare l’evoluzione dell’idea finanziata con “PIN”.

Oltre alle fiere che, fino a oggi, hanno già alle spalle 14 partecipazioni a eventi di settore che hanno coinvolto 76 imprese finanziate da PIN, ci sono i “Toolkit”, i workshop interattivi sulle tematiche più sfidanti e utili per fare meglio impresa. Nella nuova area del sito web si trova un elenco di tutti i workshop più gettonati, dalla rendicontazione alla comunicazione passando per l’analisi di mercato e a altre tematiche che servono a chi fa impresa, con i materiali scaricabili. A mille giorni dal “PIN Day” che premiò i primi vincitori, sono ormai 37 i toolkit realizzati, 130 le ore di lezione, 728 i giovani coinvolti e 33 i materiali prodotti. 

Così come sono diventati importanti i numeri che riguardano l’assistenza dei professionisti che i vincitori di PIN possono scegliersi, selezionandoli dall’elenco curato da ARTI. Parliamo di 477 prestazioni e 13.660 ore di servizi erogati, con 652 professionisti iscritti all’albo, a cui le giovani imprese finanziate con PIN possono richiedere fino a 80 ore di affiancamento e supporto sugli ambiti strategici allo start-up d’impresa. Nella sezione del sito appena lanciata c’è la lista completa di professionalità e le modalità per richiedere il professionista e i servizi di assistenza.

“Il cuore di PIN è questo contatto continuo che siamo riusciti a organizzare per non lasciare soli i ragazzi che sono concentrati nello sviluppo della loro idea e nella proiezione allo stato adulto della loro impresa finanziata”, ha commentato l’assessore Piemontese, facendo una sintesi dell’andamento di un programma che, finora, ha finanziato 485 progetti con oltre 14 milioni di euro. 

E, dalla prossima settimana, si aggiungeranno nuovi giovani e imprese sostenute con le risorse e servizi di “PIN”: i primi vincitori del 2020 di un bando a sportello che continua a essere attivo.