La “sfida d’acciaio” continua: obiettivo 400 tonnellate imballaggi in acciaio

Ambiente & Turismo

Differenziare correttamente gli imballaggi in acciaio affinché siano avviati al riciclo e possano rinascere a nuova vita è una azione quotidiana di grande importanza. Per aiutare i cittadini di Bari a riconoscere gli imballaggi in acciaio – ad esempio barattoli, scatole, scatolette, fusti, secchielli, bombolette, tappi e chiusure – e a conferirli correttamente dopo l’uso nei contenitori per plastica e metalli, continua anche quest’anno la campagna di sensibilizzazione “Sfida d’acciaio – Il futuro è in gioco”, ideata da RICREA, il Consorzio nazionale senza scopo di lucro per il riciclo e il recupero degli imballaggi in acciaio.

La sfida è aumentare ancora la percentuale di raccolta differenziata e raggiungere il traguardo di 400 tonnellate di imballaggi in acciaio raccolte in un anno.

Al termine dell’iniziativa, se l’obiettivo sarà raggiunto, Bari sarà premiata con scivoli, altalene e altri giochi per bambini realizzati in acciaio riciclato, da allestire nei giardini e nelle aree pubbliche della città.

“Ringrazio il Consorzio RICREA che continua a credere nella città di Bari, supportandoci nel percorso di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio – dichiara l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli -. Sono certo che riusciremo a raggiungere l’obiettivo di raccogliere 400 tonnellate di contenitori in acciaio e a vincere questa sfida, a dimostrazione del fatto che i baresi hanno compreso pienamente quanto sia importante differenziare correttamente i rifiuti”.

“I contenitori in acciaio sono oggetti di uso quotidiano che se raccolti e avviati a riciclo possono tornare a nuova vita senza perdere alcuna qualità, all’infinito – spiega Federico Fusari, direttore generale di RICREA -. Il nostro obiettivo come Consorzio è migliorare ulteriormente i già buoni risultati raggiunti dalla città di Bari, continuando a sensibilizzare e informare i cittadini sull’importanza della raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio”.

“Sfida d’acciaio – Il futuro è in gioco” si sta sviluppando attraverso una pianificazione crossmediale, con affissioni nel centro città e sui social media. Oltre a “Sfida d’Acciaio”, RICREA ha proposto alla città di Bari anche iniziative educative per le scuole, per insegnare alle nuove generazioni il valore della raccolta differenziata, coinvolgendo nell’ultimo anno oltre milleseicento alunni di Bari e provincia.