Lecce contro la solidarietà

Sport & Motori

Lecce si distingue per contrariare la solidarietà

A fine estate ha tenuto banco la notizia che la Soprintendenza per i beni culturali di Lecce aveva espresso il diniego a far svolgere una manifestazione motociclistica in Piazza Libertini a Lecce organizzata dal noto club Bmw Motorrad Club Salento a favore dei bambini malati di cancro del Vito Fazzi, il comune e tutta la giunta non hanno proferito parola, anzi son risultati latitanti, pur essendo passato il periodo di ferie collettive e nonostante ci fossero tutti i permessi in regola.

A distanza di qualche mese invece, si vedono delle bellissime manifestazioni canore con la partecipazione di migliaia di spettatori che si godono le performance degli artisti contornate dalle bellezze architettoniche di cui la nota “Piazza della discordia” è dotata, almenochè non sia crollato qualche edificio monumentale nel frattempo.

Cosa è successo tra la fine di settembre e dicembre?

La soprintendenza ha ritenuto opportuno rilasciare parere favorevole con quale giustificazione? Visto che il diniego dato a settembre, per la manifestazione a favore dell’ematologia pediatrica era frutto non di una carenza documentale o di strutture inadeguate per lo svolgimento della manifestazione, ma era semplicemente giustificato dal fatto che durante lo spettacolo precedente, tenuto dal noto comico Enrico Bringnano, a loro dire, non ci si fosse attenuti a degli accordi e/o regolamenti e pertanto non si potevano rilasciare permessi postumi, sicuramente una singolare interpretazione delle norme, ma sta di fatto che il potere esercitato dalla Soprintendenza di Lecce ebbe la meglio su qualsiasi parere espresso da tutti gli attori in campo, tant’è che di fatto impedì la manifestazione di beneficenza, mentre oggi scopriamo che il tutto si è risolto

A noi del Bmw Motorrad Club Salento sicuramente fa piacere che la Piazza sia ritornata fruibile e si svolgano manifestazioni di qualsiasi genere, ma vorremmo che qualcuno ci delucidasse sui motivi che hanno spinto a svolgere il proprio ruolo usando metri di misura, forse non avevano a cuore il dover aiutare il reparto di oncoematologia pediatrica?

Il comune di Lecce mentre, con a capo il sindaco Salvemini e tutta la pletora di assessori che erano stati silenti durante tutta il botta e risposta mediatico sono risorti a Natale? Cosa hanno prodotto in commissione questa volta per far cambiare idea alla dott.ssa Maria Piccarreta e l’arhc. Antonio Zunno che firmarono il diniego per la concessione di Piazza libertini per la serata del 28 settembre?

Solo la tempestiva solidarietà del comune di Cavallino riuscì a far svolgere la manifestazione.

Questi atteggiamenti della Soprintendenza per i beni culturali di Lecce rischiano di far diventare una città come Lecce maglia nera per la solidarietà, non sarà mai colmabile il danno fatto a quei bambini he si sono visti negare una delle piazze più importanti del loro capoluogo di provincia, il torto ricevuto ha segnato per sempre quei bambini che speriamo solo riescano a crescere per vedere le bellezze di cui la Città è dotata, ma rimane sicuramente sulla coscienza di chi ha deciso diversamente un’ onta indelebile che non si cancellerà mai per aver manifestato la volontà di tradire la speranza dei bambini che ogni giorno combattono per la vita.

Alfio Zaurito

Presidente Bmw Motorrad Club Salento