Un ’altra grande iniziativa solidale, targata “ Angeli del Sorriso ” di Foggia

Cultura & Società

Domenica 12 gennaio, alle ore 20:30, nella suggestiva cornice del Replay Club di Foggia, ubicato in via Trento, si svolgerà una serata dedicata a tutti i ragazzi diversamente abili, speciali, della predetta città e provincia. Gli ospiti, insieme ai loro accompagnatori, potranno trascorrere ore piacevoli di convivialità, scandite da buona musica e spettacoli.

La finalità della solidale iniziativa, coerentemente ai sogni di tutti i partecipanti, che saranno omaggiati anche con tante sorprese, grazie ai premi messi in palio da una lotteria,  risponde al desiderio di riunire un gran numero di aderenti, per creare sinergie con altre associazioni che operano sul territorio, dando corpo ad una vera e propria rete solidale. Il tutto, sarà accompagnato da un ricco buffet di pizze, gustosi dolci e bevande. Non mancheranno, inoltre, una mascotte, un’animatrice ed un dj. “ Si tratta del terzo evento che, dal mese di dicembre fino ad oggi, abbiamo organizzato “, ha dichiarato Alessia Nucci, presidente dell’ Associazione Angeli del Sorriso di Foggia. “ Siamo già stati, durante le ormai trascorse festività natalizie, in vari reparti ospedalieri di Foggia, nonché in quelli di pediatria e pediatria oncologica di Casa Sollievo della Sofferenza, in quel di San Giovanni Rotondo.

A tutti i piccoli degenti abbiamo dispensato sorrisi e devoluto tantissimi giocattoli, rigorosamente nuovi, acquistati grazie al contributo generoso dei nostri volontari. Il mio viaggio, in questo mondo meraviglioso, ha avuto inizio molto prima, in quanto, io stessa ho una sorella diversamente abile. ”  La sopracitata associazione, organizzatrice della serata, è nata sei anni fa e continua ad espletare la sua attività di volontariato presso alcuni reparti ospedalieri ed orfanotrofi, tra cui, di recente, quello sito a Vico del Gargano. Iniziative encomiabili che, con l’auspicio possano essere sempre più numerose, rispondono al bisogno che dovrebbe scaturire spontaneamente dal cuore di ciascuno di noi,quale quello di sensibilizzare la società ed i giovani, soprattutto, ad un approccio più umano verso la diversabilità ed i bambini meno sfortunati.

Giulia Rita D’Onofrio.