Nancy Pepe brani inediti di Spirituals scritti dai ragazzi della sua Accademia MusicArte

Cultura & Società

Giovanni Mercadante                                                                             Foto di gruppo

Al centro don Peppino Manfredi, Nancy Pepe e Angelo R. Andrulli

Apprezzato il  concerto Gospel nella chiesa della Trasfigurazione, in via Santeramo, organizzato e curato dalla cantautrice Nancy Pepe il 23 dicembre 2019 grazie alla collaborazione del parroco don Peppino Manfredi. Lo spettacolo è stato promosso da MusicArte con la presidenza del musicista Angelo Raffaele Andrulli.

La gioia del Santo Natale punta dritta al cuore attraverso la musica.  La sublimazione dello spirito va ricercata nelle parole che toccano i sentimenti più profondi; tasselli di un puzzle che si fondono in un coro polifonico da cui emerge una voce solista piena di pathos.

La cantautrice altamurana Nancy Pepe, fondatrice  dell’Accademia MusicArte, quest’anno ha voluto deliziare il pubblico con un progetto innovativo, improntato sul classico Spiritual con testi italiani  redatti dai suoi giovani allievi che si sono improvvisati parolieri; mentre la musica è sua.

Il progetto, per organo e voci,  nasce in chiesa con la fede e con l’intento di offrire qualcosa di nuovo in occasione della celebrazione del Natale. Ai suoi allievi ha proposto dei temi su cui scrivere un breve testo. Ed ecco materializzarsi nell’entusiasmo collettivo nove brani, i cui titoli sono accompagnati dai rispettivi autori:

Preludio, Annunziata Pepe;

Spirito, Mariangangela Cagnazzi;

Annunciazione, Mariangela Cagnazzi, cantata da Francesco Colonna;

Stella cadente, Francesca Lorusso

Santa Vergine Maria, Vitiana Lovicario, A. Pepe;

Luce risplendi, Arcangelo Vicenti, A. Pepe;

Gioia nel mondo, testo e musica di A. Pepe; cantata da Rossella Plantamura;

Ave Maria, Angelica Andrulli, Emanuela Ventura, Pasqua Sardone e

Rossella Colonna; 4 voci bianche; testo e musica di A. Pepe; solo violino alessia lorusso, Nevica, A. Pepe, A. Cavuoto; cantata da Felice Altieri

La notte di Natale, A. Vicenti, A. Pepe; cantata da Nicole Cannito.

Le sorelle Martina, Silvia e Alessia Lorusso Lorusso

Lo spettacolo è stato aperto con il Canone di Pachelbel,  suonato dalle tre belle  violiniste, sorelle Martina, Silvia e Alessia Lorusso.

La formazione era composto da 5 ragazze, 3 ragazzi e 4 bambine, a cui hanno fatto da cornice le piccole voci di Mariarita Casiello, Angela Sardone e Noemi Disabato.

Le introduzioni fatte dal bravo e giovane  fisarmonicista Gabriele D’Angella (26) di Marconia (MT), docente di musica, sono state delle “pennellate” d’autore, quasi a marcare il tracciato musicale all’incipit e alla fine, mentre tutti brani sono  stati affidati all’interpretazione del coro e dei solisti.

I testi degli Spirituals dell’Accademia MusicArte sono stati  pubblicati su una piccola brochure, sulla cui copertina campeggia il titolo “Lo Spirito di Natale visto dai nostri occhi”.

Considerato il successo, sono previste delle repliche, mentre è in lavorazione un disco.

Nancy Pepe e Gabriele D’Angella