Come i social hanno raccontato il caso della Banca Popolare di Bari

Politica regionale, nazionale e internazionale

Ma è stata un’altra settimana intensa per i politici sui social. Meloni e Salvini dominano la scena con il 70% dei contenuti. Solo Matteo Renzi tiene testa, profilo basso per Pd e M5S

banca popolare bari social

Banca Popolare di Bari in crisi profonda e commissariata. Il Governo emana un decreto ad hoc e stanzia 900 milioni per salvarla: panico (e disperazione) tra correntisti e azionisti che si domandano anche sui social come sia stato possibile arrivare a questo punto.

 

Grande nervosismo e accuse trasversali tra i politici, come sempre avviene di fronte a una crisi bancaria negli ultimi anni. Salvare o non salvare le banche? Come risarcire i clienti?

Le conversazioni sono decollate il 10 dicembre ma hanno subito una forte decrescita dopo pochi giorni: 7.300 contenuti pubblicati e 28 mila condivisioni. E nonostante si tratti di un tema con forti ricadute locali sulla Puglia, la geolocalizzazione delle conversazioni è distribuita in tutta Italia, a conferma che quando si parla di banche l’interesse è molto esteso ed emotivamente coinvolgente.

Da notare come l’audience ingaggi conversazioni con i principali account degli organi di informazione nazionali e solo in percentuali minori con i politici, le cui mention sono ridotte e concentrate su Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Segno che le persone di fronte a una vicenda così complessa e ricca di tecnicismi vogliono capire, informarsi, approfondire le cause. Molti meno quelli che domandano spiegazioni ai politici, ennesimo indicatore di scollamento tra cittadini e istituzioni.

L’umore delle conversazioni è ovviamente pessimo: sentiment analysis negativa all’80% e solo il restante 20% si dimostra fiducioso per un eventuale salvataggio. Nemmeno lo stanziamento straordinario di 900 milioni migliora il tono delle conversazioni. Addirittura la sentiment peggiora e le posizioni si radicalizzano ulteriormente: non c’è complessivamente fiducia nella soluzione positiva del problema in Puglia.​

Il M5s che notoriamente sulle banche ha preso posizioni molto nette e severe, nel caso del possibile fallimento della Popolare di Bari ha scelto un profilo comunicativo più contenuto, con volumi complessivi molto ridotti (appena il 4% dei contenuti pubblicati). Linea analoga assunta dal Partito democratico mentre Italia Viva è la forza di governo che più di tutte ha fatto sentire la sua voce (10%).

Matteo Renzi al centro delle vicende bancarie sin dai tempi del Monte dei Paschi di Siena, ribadisce le sue posizioni con il Tweet più condiviso assieme a quello di Guido Crosetto di Fratelli d’Italia:

Matteo Renzi

@matteorenzi

Sulle banche ci hanno rovesciato tanto fango ma avevamo ragione noi: davanti al Decreto sulla Pop di Bari dovrebbero almeno chiedere scusa. Ma noi pensiamo solo all’interesse di risparmiatori e lavoratori: la nostra serietà è più forte della loro ipocrisiahttps://www.italiaviva.it/renzi_ipocrisia_banche_ora_pronti_a_sbloccare_cantieri 

Renzi: “Quanta ipocrisia sulle banche. Ora pronti a sbloccare i cantieri”

Intervista di Maria Teresa Meli, Corriere della Sera, 15 dicembre

italiaviva.it

849 utenti ne stanno parlando

Guido Crosetto@GuidoCrosetto

Avete presente come è stata gestita la Banca Popolare di Bari? Il miliardo prevede un minimo di verifica su cosa ha portato al fallimento? Perché vedo troppa fretta nelle istituzioni, negli imprenditori e nella politica, pugliesi, nel voler mettere una pietra sopra tutto.

Carlo Sibilia

@carlosibilia

Un po’ di chiarezza a proposito del Decreto sulla approvato ieri in Consiglio dei Ministri.
Da quando il @Mov5Stelle è al governo le cose si fanno in maniera diversa. Salviamo i risparmiatori e non ci saranno sconti per chi ha ridotto così la banca.

Visualizza l'immagine su Twitter

Salvini a Bari per le Regionali in Puglia: “Dobbiamo cacciare la sinistra: da Ilva a Banca Popolare ha fatto disastri”. Ed è proprio il leader della Lega, sommando tutti i contenuti pubblicati, a ottenere il 21% dell’apprezzamento dell’audience tramite le condivisioni.

Gli account del Carroccio e del suo leader assieme hanno pubblicato il 35% dei post. Anche Meloni in Puglia riempie le piazze e nel mirino dei Fratelli d’Italia ci sono Pd e M5s. Come finirà in Puglia ancora nessuno lo sa, ma il quadro emerso questa settimana in rete è di profonda frantumazione e polarità delle opinioni, e molta difficoltà a capire le ragioni profonde della crisi bancaria in corso, con le opposizioni certamente più attive del Governo a veicolare e diffondere le proprie posizioni.

Matteo Salvini

@matteosalvinimi

: Venerdì pomeriggio il Presidente del Consiglio, pugliese, ha detto che banche italiane sono in salute e che banca di Bari è a posto. Il venerdì sera la Popolare di Bari viene commissariata perché ha un buco di un miliardo. O è distratto, o dice fesserie.

Visualizza l'immagine su Twitter

Isabella Rauti@IsabellaRauti

@FratellidItaIia protesta per rinvio commissione e quella d’inchiesta su Al Governo non interessano nè i risparmiatori nè i minori vittima di affidi illeciti e di altre violazioni dell’infanzia. Denunciamo “omertà del Partito democratico e del Movimento 5 stelle”

Visualizza l'immagine su TwitterVisualizza l'immagine su TwitterVisualizza l'immagine su TwitterVisualizza l'immagine su Twitter

Fratelli d’Italia 🇮🇹

@FratellidItaIia

🔵 Grande accoglienza per @GiorgiaMeloni a ! c’è 🇮🇹

Visualizza l'immagine su Twitter

Carlo Sibilia

@carlosibilia

Un po’ di chiarezza a proposito del Decreto sulla approvato ieri in Consiglio dei Ministri.
Da quando il @Mov5Stelle è al governo le cose si fanno in maniera diversa. Salviamo i risparmiatori e non ci saranno sconti per chi ha ridotto così la banca.

Visualizza l'immagine su Twitter

Carlo Calenda rivendica il lavoro passato ma al tempo stesso guardando avanti e incalzando il Movimento 5 Stelle.

Carlo Calenda

@CarloCalenda

Sono d’accordo. Il lavoro che abbiamo fatto per salvare i risparmiatori è stato fondamentale. Però Matteo non si può vivere costantemente nella ricerca di una rivalsa tra “il tempo è galantuomo” e “ci dovrebbero chiedere scusa”. Abbiamo fatto quello che si doveva. Ora avanti. https://twitter.com/matteorenzi/status/1206124148637999104 

Matteo Renzi

@matteorenzi

Sulle banche ci hanno rovesciato tanto fango ma avevamo ragione noi: davanti al Decreto sulla Pop di Bari dovrebbero almeno chiedere scusa. Ma noi pensiamo solo all’interesse di risparmiatori e lavoratori: la nostra serietà è più forte della loro ipocrisiahttps://www.italiaviva.it/renzi_ipocrisia_banche_ora_pronti_a_sbloccare_cantieri 

Carlo Calenda

@CarloCalenda

Il non ha neanche l’onestà intellettuale di dire: “sulle banche in passato abbiamo sbagliato”. Far passare i 900 milioni di euro messi nella come un progetto per il Sud è semplicemente puerile.

Entra in @Azione_it

Video incorporato