Un dinosauro tridimensionale, opera grafica dell’argentino Eduardo Relero

Arte & Moda

Un dinosauro tridimensionale – opera grafica dell’argentino Eduardo Relero – Work in progress nell’atrio del Palazzo di Città ad Altamura

Giovanni Mercadante

I grandi dinosauri cominciano a popolare la città murgiana.

Rappresentazioni ad altezza naturale in un’area naturalistica privata, in via Bari (Boscosauro); immagini fantasiose di artisti che vedono il tema molto interessante per alimentare la loro creatività.

Eduardo Relero, artista argentino, attivo a Madrid, l’abbiamo visto all’opera nell’atrio del Palazzo di Città ad Altamura, in via Pasquale Caso.

Ha posizionato dei cartoncini assemblati che occupano tutto lo spazio disponibile.

E’ stato invitato ad Altamura da un gruppo di amici altamurani dell’Associazione culturale ZIGOZAGO, presidente Antonio Papangelo.

Scopo dell’iniziativa, nell’ambito di un festival d’arte contemporanea, di realizzare un prospettico, opera grafica, da presentare poi in Piazza Duomo, secondo l’antica tecnica dell’anamorfosi che conferisce a disegni apparentemente deformati carattere tridimensionale.

L’artista si fermerà nella città murgiana fino al 24 dicembre per fare poi ritorno a Madrid dove vive ed  opera.

Relero, street artist,  ha dato forma alle sue illusioni ottiche nelle città di tutto il mondo, da Londra a New York, da Barcellona a San Francisco, passando per Dubai, Riga, Madrid, Amsterdam e Bruxelles.

Sarà possibile seguire dal vivo lo svolgimento del lavoro tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 19. L’opera vedrà il suo completamento il 24 dicembre.

“Prospettico” è l’idea di otto amici e nasce dal desiderio di creare uno spazio da dedicare alla rappresentazione artistica e alle sue forme mutevoli, che le future edizioni esploreranno. Lo scopo è di promuovere l’accessibilità ai luoghi della cultura e lanciare la città in una dimensione internazionale.

La produzione dell’artista è

visibile sul suo sito ufficiale https://www.eduardorelero.com/anamorfosis

Per gli aggiornamenti sull’evento si invita a seguire la pagina facebook https://www.facebook.com/zigozago.org/

Eduardo Lerero