Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche 10.000 euro dalla Regione Puglia

Lettere al Direttore

La Vicesindaca Matera: “Frutto di un dialogo continuo con i cittadini”

GRAVINA IN PUGLIA –  Un contributo di 10.000 euro destinato al Comune di Gravina in Puglia, per dare l’avvio al Piano di Rimozione delle Barriere Architettoniche. La Regione Puglia ha difatti previsto una somma complessiva di 100.000 euro all’anno e per tre anni, da ripartirsi  tra i comuni che abbiano più 30.000 residenti. Il P.E.B.A. trova spazio nell’ambito del Piano Urbano di Mobilità Sostenibile (P.U.M.S.) e costituisce uno strumento fondamentale per assicurare la progettazione, il monitoraggio e la pianificazione di interventi finalizzati al raggiungimento di una soglia ottimale di fruibilità degli edifici per tutti i cittadini. “Il percorso intrapreso – ha precisato la Vicesindaca con delega ai servizi sociali, Maria Nicola Matera – è lungo e particolareggiato e punta a rendere la nostra città pienamente fruibile ed inclusiva”. Un dialogo imbastito a più mani con associazioni e tecnici, iniziato già nel 2018 con un impegno preso all’unanimità dalla giunta Valente e portato avanti nei mesi scorsi con numerosi tavoli di lavoro. “Il P.E.B.A. è in piena fase di realizzazione ed è frutto di un confronto continuo – ha aggiunto la Vicesindaca – con le associazioni e con i cittadini che quotidianamente devono combattere con dei problemi oggettivi”. Prossimo passo, la stesura definitiva del piano stesso che verrà sottoposto, nei prossimi mesi, al vaglio degli organismi istituzionali ed amministrativi competenti: “Abbiamo il dovere – ha concluso Matera – di garantire l’inclusione sociale, la sicurezza ed il miglioramento della qualità della vita di tutti, nessuno escluso”.