Al via domani il festival cinematografico per le scuole

Eventi, Musica & Spettacoli

All’ Istituto Ipsia Luigi Santarella (Bari) fino al 20 dicembre

Parte domani, mercoledì 18 dicembre, la prima edizione di “Tutto da girare“, il festival per la diffusione del linguaggio cinematografico fra gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado del territorio barese. Attraverso attività di coinvolgimento diretto dei ragazzi e del pubblico, il festival intende creare tre giorni di ibridazioni all’interno dell’Auditorium “De Curtis” dell’Istituto Ipsia Luigi Santarella di Bari, e fin dalla prima giornata prevederà la partecipazione di attori e registi in workshop e laboratori. Dopo l’inaugurazione dell’evento, dalle ore 9,30 parte la proiezione di “Io non ho paura“, il film di Gabriele Salvatores (tratto dal romanzo omonimo di Niccolò Ammaniti) che è stato vincitore di due David di Donatello e selezionato come film per rappresentare l’Italia agli Oscar. Alle ore 11.00 si prosegue con la lezione di cinema con l’attore Dino Abbrescia, mentre dalle ore 13.30 partono i workshop realizzati da noti professionisti del settore. Il primo fra questi sarà l’attore, regista e sceneggiatore barese Antonio Palumbo, a cui seguiranno Luciano Toriello (con “Alfabetizzazione dei linguaggi Audiovisivi”), Francesco Lopez (“Acquisizione del senso critico per giudicare i lavori in gara”) ed il prof. Luigi Lorusso (“Sound Design”).

Curato e diretto dal dirigente prof. Stefano Marrone e dalla prof.ssa Sabrina Scura, “Tutto da girare” si terrà dal 18 al 20 dicembre, durante i quali il pubblico avrà l’occasione di incontrare attori e registi di caratura nazionale, coi quali potrà confrontarsi sulla base dei contenuti e dell’aderenza alle tematiche del concorso di corti. L’incontro con i personaggi e la visione di filmati permetterà di analizzare luci e ombre sui temi al centro del festival, tramite inoltre dibattito pubblico e confronto attivo sui social network. Anche la proiezione dei filmati di backstage servirà a dare un impatto culturale ed educativo sul pubblico, che avrà modo di comprendere il linguaggio audiovisivo e il lavoro che si cela dietro ogni prodotto audiovisivo finito.

«Con “Tutto da girare” si intende innanzi tutto colmare la mancanza di un festival indirizzato al pubblico giovanile della nostra regione», spiega la prof.ssa  Sabrina Scura. «Intendiamo inoltre offrire la possibilità agli studenti di progettare, realizzare, promuovere le proprie creazioni e confrontarsi con i lavori dei “giovani colleghi”. Da qui la volontà di istituire un festival con un concorso legato a cortometraggi inediti. Il nostro intento è quello di proporre una modalità di lavoro differente anche per i colleghi docenti, affinché si faccia minor uso della lezione “frontale” in favore di attività laboratoriale e quelle di gruppo simile a quello di un cast tecnico e artistico».

“Tutto da girare” è inoltre dedicato al preside Nello Scura, figura di primo piano, scomparsa di recente, che ha fortemente lottato per l’introduzione dell’indirizzo audiovisivo già dal 2003. Si è trattato di una prima esperienza meridionale per la creazione di nuove meastranze, oggi ricercatissime, nel mondo dell’audiovisivo, ma anche per la divulgazione della cultura cinematografica non solo agli studenti ma a tutta la comunità territoriale.

Il programma della manifestazione prevede nei giorni successivi le proiezioni di “C’è tempo“, “Il compleanno di Alice” e di un episodio della serie “Untraditional“. Per le lezioni di cinema, “Tutto da girare” comprende anche gli interventi dell’attore Mingo, del compositore Stefano Fresi e dei registi Enzo Strippoli e Vito Palmieri.

“Tutto da girare” comprende poi il concorso dei cortometraggi, diviso in tre sezioni competitive, con tematiche di indirizzo storico/geografico, scientifico e sociale che si intitolano: 1) “viaggio nel territorio”, 2) “inclusione scolastica”, 3) “la scuola vista da me”. L’intento è dunque quello di garantire la massima partecipazione dei ragazzi sia nella stesura della sceneggiatura che nella regia e nel montaggio, dato che i cortometraggi saranno giudicati sulla base della capacità di raccontare una storia breve in forma originale, coniugata alla qualità di realizzazione e di espressione dei temi trattati.

I cortometraggi selezionati e proiettati al festival “Tutto da girare” saranno giudicati da protagonisti della cultura e dello spettacolo fra cui giornalisti, rappresentanti delle associazioni partner e referenti dell’Apulia Film Commission, mentre i premi saranno assegnati per ogni categoria in concorso e consisteranno in buoni spesa e targhe di merito. Le opere, che potranno essere iscritte al concorso gratuitamente, dovranno essere inedite e tutti i finalisti avranno la possibilità di diffondere il loro film sui canali social del Santarella. Per i giovani filmmaker, il concorso sarà un’occasione per confrontarsi con gruppi di pari, accrescendo la fiducia nei propri mezzi e stimolandoli a migliorarsi. La partecipazione è aperta a tutte le tipologie di scuole, con un occhio di riguardo alle periferie. A prendere parte ai seminari saranno coinvolti i partecipanti ai corsi serali, i docenti del territorio pugliese e le personalità dinamiche di associazioni, fondazioni ed enti patrocinanti.

—————————

PROGRAMMA

Mercoledì 18 dicembre
• ore 9.00 – Apertura
Saluti del Dirigente Scolastico Stefano Marrone e del Direttore Artistico Sabrina Scura
• ore 9.30 – Visione del film “Io non ho paura”
• ore 11.00 – Lezione di cinema con Dino Abbrescia
• ore 12.30 – Pausa
• dalle ore 13.30
– Incontro con il regista Antonio Palumbo
– Workshop a cura di Luciano Toriello: “Alfabetizzazione dei linguaggi Audiovisivi”
– Workshop a cura di Francesco Lopez: “Acquisizione del senso critico per giudicare i lavori in gara”
– Workshop a cura del prof. Luigi Lorusso: “Sound Design”

Giovedì 19 dicembre
• ore 9.00 – Apertura
Saluti del Dirigente Scolastico Stefano Marrone e del Direttore Artistico Sabrina Scura
• ore 9.30 – Visione del film “C’è tempo”
• ore 11.00 – Lezione di cinema con Stefano Fresi
• ore 12.30 – Premiazione dei primi tre vincitori dei corti
• ore 13.00 – Pausa
• dalle ore 13.30
– Workshop a cura di Luciano Toriello: “Alfabetizzazione dei linguaggi Audiovisivi”
– Workshop a cura di Francesco lopez: “Acquisizione del senso critico per giudicare i lavori in gara”
– Workshop a cura del prof. Luigi Lorusso: “Sound Design”

Venerdì 20 dicembre
• Ore 9.00 Apertura – Saluti del Dirigente Scolastico Stefano Marrone e del Direttore Artistico Sabrina Scura
• ore 9.30 – Visione dell’episodio della serie “Untraditional”
• ore 10.00 – Lezione di cinema con Enzo Strippoli
• ore 10.30 – Visione del cortometraggio “Il compleanno di Alice”
• ore 11.00 – Lezione di cinema con Mingo
• ore 11.30 – Angela Curri e Premiazione dei primi tre vincitori dei corti; visione del corto “I mondiali in piazza”
• ore 12.30 – Lezione di cinema con Vito Palmieri
• ore 13.00 – Pausa
• dalle ore 13.30
– Workshop a cura di Luciano Toriello: “Alfabetizzazione dei linguaggi Audiovisivi”
– Workshop a cura di Francesco Lopez: “Acquisizione del senso critico per giudicare i lavori in gara”
– Workshop a cura del prof. Luigi Lorusso: “Sound Design”