“La nuova normativa vitivinicola”, a Lecce

Diritti & Lavoro

 Tra gli autori il salentino Massimiliano Apollonio

LECCE – Giovedì 12 dicembre alle 18.30 si terrà presso la Libreria Feltrinelli di Lecce la presentazione del libro “La nuova normativa vitivinicola – Tracciabilità, semplificazione, autocontrollo dopo il Testo unico del vino”, di recente edito da Edagricole e scritto a sei mani da Stefano Sequino, Luigi Bonifazi, Massimiliano Apollonio.

Alla presentazione del libro, tenutasi in anteprima a Roma nei giorni scorsi presso il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali alla presenza della ministra Teresa Bellanova (si allega foto), prenderanno parte uno dei tre autori, il salentino Massimiliano Apollonio, il senatore Dario Stefàno e il relatore dell’Associazione Italiana Sommelier di Lecce Fabrizio Miccoli. Modera la giornalista Leda Cesari.

L’opera

Il volume offre lo stato dell’arte della legislazione vitivinicola e può essere utile anche a coloro che intendono aggiornare le proprie conoscenze o formarsi professionalmente per stare al passo con i tempi. Oltre 500 pagine di facile lettura e ricche di casi pratici, nelle quali sono argomentate le più recenti norme del settore vitivinicolo, ponendo in risalto i punti di cambiamento che, dal vigneto alla bottiglia, sono stati introdotti a livello europeo e nazionale.

Si tratta di un contesto, ancora mutevole, che vede al centro del sistema normativo la legge 12 dicembre 2016, n. 238, il cd. Testo unico del vino, punto di partenza e non di arrivo di questa riforma disciplinare: sono tanti infatti i decreti attuativi che negli ultimi mesi hanno approfondito, sotto il profilo tecnico-operativo, singole tematiche e spazi di lavoro. Altre norme hanno inoltre modificato il tessuto normativo, a partire dai processi di dematerializzazione fino alla attesa disciplina dell’enoturismo. Un testo completo che, accanto alle regole e alle disposizioni cogenti, concede uno spazio agli standard volontari, strumenti di miglioramento delle performance aziendali, di autocontrollo e di maggiore consapevolezza dei sistemi e dei processi d’impresa.

In appendice, la stesura completa del Testo Unico, il quadro delle disposizioni sanzionatorie rispetto alle possibili violazioni e un quadro di alcune etichette-tipo relative ai principali casi pratici

che più frequentemente possono verificarsi nell’etichettatura e nella presentazione dei prodotti vitivinicoli.

Gli autori

Stefano Sequino è agronomo ed enologo, funzionario del Dipartimento ICQRF del MiPAAF. Docente e relatore in numerosi convegni per tematiche relative ai sistemi normativi del settore vitivinicolo, ha partecipato a tavoli di lavoro costituiti per l’adozione nazionale della normativa di settore.

Luigi Bonifazi è agronomo e responsabile dello schema di certificazione dei vini per 3A-PTA. È stato giornalista pubblicista con all’attivo numerosi articoli e pubblicazioni apparsi in diverse riviste del settore. Ha ricoperto l’incarico di direttore del Consorzio Tutela Vini Montefalco per un decennio.

Massimiliano Apollonio, imprenditore e consigliere nazionale Assoenologi, è anche consigliere del Consorzio del Salice Salentino, accademico aggregato dei Georgofili e dell’Accademia Italiana della Vite e del Vino, nonché Panel Chairman in vari concorsi enologici nazionali ed internazionali