Innovarsi per essere più competitivi

Diritti & Lavoro

Innovarsi per essere più competitivi_resoconto seminario di Unioncamere Puglia/EEN

Oggi il primo dei due workshop di Unioncamere Puglia. Domani si replica a Lecce

Nello scenario attuale, fare dell’innovazione la leva strategica per la competitività e la crescita, significa anzitutto avvalersi di una serie di misure atte ad accompagnare aziende e figure professionali verso la trasformazione digitale a fondamento dell’industria 4.0.  Ma esistono anche strumenti di finanza alternativa e di finanza pubblica che possono facilitare i percorsi aziendali verso il miglioramento della produttività. In un momento come questo di recessione economica, la funzione dell’innovazione è diventata ancora più importante.

Se ne è parlato questa mattina alla Camera di Commercio di Bari nel primo dei due workshop tematici dedicati a “Innovazione e Competitività”, gli strumenti finanziari per competere,  organizzati da Unioncamere Puglia, partner della rete EEN. Lo stesso format sarà riproposto domani 6 giugno  alla Camera di Commercio di Lecce, a partire dalle 9,30.

«Considerato che molte aziende  o  innovano o muoiono, perché la competizione internazionale impone l’innovazione o  la ricerca e sviluppo, abbiamo organizzato questi due incontri mirati a  imprenditori e professionisti, per fornire loro, grazie alla collaborazione di consulenti esperti,  informazioni puntuali, con riscontri in best practice aziendali, sugli gli strumenti finanziari a loro disposizione per poter competere meglio»,  ha dichiarato Luigi Triggiani, segretario generale di Unioncamere Puglia, aprendo l’incontro.

Andrea Moretti, esperto di finanza agevolata, ha approfondito il tema dei quattro bandi nazionali specifici per l’innovazione: Piano nazionale Industria 4.0, Iper e Super Ammortamento e nuova Sabatini.

 Vincenzo Doronzo, dottore commercialista e revisore legale, ha parlato del credito di imposta R&S e Patent Box, Giuseppe Tondo, dottore commercialista e revisore legale, degli strumenti di finanza alternativa, dal crowdfounding all’equity al social lending, Pierluigi Villani di Villani-Leuzzi & Partners dei mini bond,  Valeria STefanelli, docente di Fintech ed Economia degli Intermediari Finanziari di UniSalento, di mercato e innovazione tecnologica nel lending.