C’era una volta

Cultura & Società

C’era una volta……….ogni fiaba iniziava così.  Tutti i fatti, poi, andavano a buon fine. I “cattivi” erano puniti e i “buoni” premiati. Ma la realtà è differente. Nel mondo non ci sono “buoni” e “cattivi”, ma sfruttati e prepotenti. Vittime e oppressori. Questi ultimi lanciati in una rincorsa al potere che non assicura nulla e chiede, sempre, molto.

Il conflitto tra queste due realtà resta una delle sciagure di un’Umanità privata di migliori visioni per il futuro. Il “bene” s’è trasformato in “buonismo” e il “male” nei più spietati ”regimi”. Solo la Democrazia merita d’essere vissuta e difesa. Non ci sono altre possibilità.

Anche alla fine di questo 2019, sembrano non esserci scelte. Per gli spiriti del male, che assumono diverso nome, ma hanno identici obiettivi, l’Umanità dovrebbe essere rimodellata sotto l’egida d’ideali malati. Malati per chi li cagiona, malati per chi li subisce.

Nel baratro delle inefficacie, ci sono, però, uomini impegnati per una Pace da riscattare. Se fosse più tangibile una franca convivenza, il mondo sarebbe, forse, migliore. Illusioni, però, preferiamo non farcene. Il “c’era una volta”, c’è ancora.  Il 2020, forse, potrebbe essere l’anno per l’inizio di una ripresa globale. Sempre che, ancora una volta, gli interessi di pochi non incombano sul futuro di molti.

Giorgio Brignola