La Tradeco a Processo per Truffa contro i Fasanesi

Ambiente & Territorio

 
Vi prego di dare rilievo a questa notizia, e  questa lettera, quella di chi viene lasciato Solo a combattere contro il malaffare, costretto a recarsi Da Solo in Procura per avere giustizia, mentre chi amministra gli da anche del bugiardo.
 
Avv. Raffaele Trisciuzzi
 
In un paese “Normale”, la notizia che la Ditta rifiuti dal 2012 sino al 2018, avrebbe truffato tutta un’intera Città, e che vi è un Processo fissato per il 7 Gennaio prossimo, sarebbe una bella Notizia. 
 
Soprattutto dopo che tutte le forze politiche si sono accapigliate, in campagna elettorale, confondendo le responsabilità e gli atti politici.
Infatti Tutti promettevano nel 2016 soluzioni per la TRADECO, e tutti hanno finto di occuparsene. 
 
Credete sia “Normale” che una Ditta Privata, che prende circa 10 milioni all’anno, non rispetti un contratto, faccia i suoi porci comodi, e nessun Politico, Dirigente o Impiegato se ne accorga, o agisca in giudizio?
È quello che è accaduto a Fasano, e non è una cosa Normale, per 7 anni. 
 
In un paese Normale, la Ditta che froda i Cittadini viene denunciata dal Sindaco, in nome di tutti, in nome della Città. 
Invece No, accade che il Sindaco “nuovo”, quello che promette di cacciare la ditta, addirittura gli allunga il contratto e rinuncia a fargli causa.
Perché questo è accaduto a Fasano!
In silenzio. 
 
Cosi deve essere un singolo cittadino ad esporsi, una persona con nome e cognome, un neo consigliere comunale a denunciare la ditta, per chiedere giustizia, Da Solo con pochissimi coraggiosi, a combattere contro l’Ecomafia e chiedere Giustizia.
 
Questo è accaduto a me in Consiglio Comunale, dal 2016 ad oggi.
 
Oggi si scopre che la Ditta avrebbe TRUFFATO tutta la Città:
1) Non pagando i dipendenti,
2) Non pulendo le strade,
3) Non costruendo ben due centri raccolta,
4) Non attivando la Tessera Amica,
5) Non pulendo i tratti di costa pubblici,
6) Non procendendo alla disinfezione, disinfestazione della Città.
E che tutti NOI, abbiamo pagato a vuoto!
 
Cose che ripeto da quando ho fiato, ma che nessuno vuole ascoltare.
 
Il Sindaco, la Giunta, i Consiglieri comunali, i giornalisti e i giornaletti di paese fanno finta di nulla.
Invece di cercare le colpe e le responsabilità nei politici e nella politica, fanno di tutto per coprirle, chissà perché. 
 
Sono sicuro che se questo contratto l’avessi firmato io, oggi a Fasano ci sarebbero i Manifesti, titoli in prima pagina, persone dietro la mia porta di casa, a puntare il Dito. Sarei dipinto come un Ladro, o almeno come un Incompetente. 
 
Invece, a Fasano, paese Normale, chi combatte le mafie, il malaffare, le ingiustizie, resta Solo.
Deve recarsi Da Solo in Procura, deve studiarsi Da Solo le Carte, Da Solo deve Firmare le denunce, e Da Solo deve esporsi. 
 
Da Solo, contro sia la Ditta privata, e anche contro l’Amministrazione pubblica che cerca di coprirla. 
Perché spesso sono entrambe dalla stessa parte, quella del torto, come in questo caso, e chissà come mai. 
 
Di contro si va nelle scuole a parlare di Legalità, di Giustizia, di Lotta alle Mafie, si fanno manifesti, processioni, cortei, conferenze buone per apparire, per parlare al microfono e farsi belle foto da far pubblicare a tutta la stampa unificata.
 
Ma se vuoi farti giustizia, se chiedi aiuto ai magistrati, se ci metti la faccia e la firma, per denunciare Tutto, a Fasano resti Solo!
Questa è la Normalità, a Fasano come in Italia. 
 
Chiedo a tutti voi di non fare lo stesso, di chiedere a gran voce giustizia e rispetto, e di farlo sapere a Tutti, che siamo stanchi di Non vivere in un paese “Normale”.
 
Il 7 Gennaio prossimo, chiediamo GIUSTIZIA.
Vogliono farci credere questo, ma se siamo Insieme, non siamo cosí Soli.