Matera Leonardo, il genio italiano, omaggiato dalla mostra dell’artista torinese Alberto Lanteri

Cultura & Società

MATERA – Leonardo, l’insuperabile genio italiano, nel suo 500esimo anniversario omaggiato dalla mostra dell’artista torinese Alberto Lanteri

Giovanni Mercadante

Leonardo da Vinci, universalmente riconosciuto come  uno più grandi e geniali artisti italiani, è al centro dell’attenzione a Matera Capitale della Cultura Europea 2019.

Vissuto tra XV-XVI  secolo è l’artista per eccellenza più invidiato al mondo per il suo genio creativo: letterato, matematico, inventore, pittore, ingegnere meccanico e molto altro ancora.

Nato a (Anchiano, frazione di Vinci, Firenze) 15 aprile 1452  e morto ad Amboise/Francia, 2 maggio 1519); quest’anno sono in corso le celebrazioni per il  500esimo anniversario della sua morte.

A Matera non poteva non mancare una mostra dedicata alla sua grande figura.

Ci ha pensato l’artista Alberto Lanteri, di Torino, pittore di elevato spessore artistico, già noto nei circoli culturali dell’Alta Murgia. Ad Altamura qualche anno fa ha dedicato delle opere sulle Orme dei dinosauri come pure a numerosi altri simboli della città federiciana, acquistate da diversi intenditori.

La mostra di Alberto Lanteri, inaugurata il 3 ottobre scorso e interamente dedicata al genio fiorentino Leonardo da Vinci, è prorogata fino al 30 novembre 2019.

Il progetto d’arte “Leonardo nei Sassi” è  promosso in partnership da Movimento Culturale “ORA”, l’Associazione culturale “GAUDIUM” e Sant’Angelo Luxury Resort.

L’evento ambientato nello straordinario scenario dei Sassi di Matera, nei Luoghi del Sant’Angelo Resort, in piazza San Pietro Caveoso, continua ad essere fruibile tutti i giorni dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 17.30 alle 20.30.

La splendida Ferronière

In occasione del finissage del 30 novembre, alle 19.00, il Maestro Alberto Lanteri presenterà l’ultima creazione dedicata a Leonardo e a Matera: “la Gioconda nei Sassi”.

Le opere dell’artista torinese, molto significative, sono una interpretazione personale dei dipinti più noti di Leonardo, le cui icone sono impreziosite da cromatismi particolari.

La figura della splendida “Ferronière” è abbellita da stilemi che ne fanno un’opera unica: un copricapo a cuffia guarnito da rubini; un collier  con una perla a goccia; un abito scollato riccamente  ingentilito di stoffe preziose rosse, verdi e viola, al cui vertice il tocco  dell’autore è rappresentato dalla  piuma d’oro che si traduce come una sua inconfondibile firma.

La Gioconda con la mela morsicata

Ancora una Gioconda, sempre in versione moderna, con simboli misterici che richiamano senza dubbio il peccato originale: una mela morsicata, a cui si aggiunge un altro simbolo allusivo sotto il ventre: l’ingresso della chiave.

Non mancano ovviamente rappresentazioni di altre opere famose dove  in un angolo si nasconde la figura di Leonardo; oppure la Gioconda reale, dal cui velo traspare la giovane figura di Elisabetta II d’Inghilterra con suo cagnolino di razza  Gorgi.

                                           Mostra