Premio giornalistico nazionale Maria Grazia Cutuli in San Marco in Lamis

Cultura & Società

Si e’ celebrato ieri 17 Novembre 2019 presso il Teatro Pietro Giannone in San Marco in Lamis il XVIII° PREMIO GIORNALISTICO NAZIONALE “MARIA GRAZIA CUTULI”. Tale premio Nazionale è stato intitolato in memoria di Antonio Megalizzi, reporter ucciso a Strasburgo l’11 dicembre 2018.

All’evento organizzato dal CENTRO CULTURALE INTERNAZIONALE “L.EINAUDI” San Severo, FONDATO NEL 1990 per volontà dei coniugi Rosa Nicoletta Tomasone e Domenico Vesciarelli , “si propone di attivare e formare energie culturali e sociali a sostegno delle tradizioni storiche, linguistiche, economiche, ambientali, della città di San Severo, nel quadro delle istanze di civile progresso del Mezzogiorno ed in base al ruolo svolto dall’Italia nel contesto Europeo ed Internazionale. L’Associazione, senza fini di lucro, opera in spirito di libertà democratico per l’individuazione, valorizzazione e potenziamento del patrimonio culturale e dei prodotti dell’ingegno e dell’operosità della gente. Particolare attenzione viene rivolta ai giovani, per promuovere le capacità e premiare bravi e meritevoli.

Questo spirito è stato abbracciato anche dall’ANCRI (Associazione  Nazionale Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana) già impegnata da tempo a promuovere i valori dettati dalla Costituzione ed i simboli della Repubblica Italiana.

Il Cav. Giovanni Carella, presidente della Sezione Territoriale ANCRI della Città Metropolitana di Bari, presente all’evento, nel ringraziare la Prof.ssa Grand’Ufficiale OMRI nonché socia ANCRI, Rosa Nicoletta Tomasone, presidente del Centro Culturale “L.Einaudi” per l’invito, ha avuto la possibilità di conoscere, confrontarsi ed apprendere dai premiati con le loro testimonianze dei grandi problemi che affliggono oggi le nuove generazioni.

In particolare il pensiero espresso dalla giornalista (premiata) Barbara CARFAGNA (TG1):

” Per la prima volta un Premio tradizionalmente destinato agli inviati sul campo viene conferito a una giornalista che si occupa di Cybersecurity: la nuova frontiera della guerra. “Il campo di battaglia si è spostato nella mente dell’uomo. Le fake news sono le nuove bombe” ha detto Barbara Carfagna “le armi sono invisibili e risiedono negli algoritmi di profilazione che influenzano il voto , come ci ha dimostrato il caso Cambridge Analytica. Giornalismo oggi è prima di tutto creare consapevolezza su questo. ONORE A VOI PER ESSERE I PRIMI IN ITALIA AD AVER COLTO IL CAMBIAMENTO DEL FRONTE DELLA GUERRA: dai tradizionali campi di battaglia alla cybersecurity “.

Premiati anche Giorgio FORNONI (Reporter), Domenico DI CONZA (direttore di Sharing TV), Filippo GOLIA (inviato del TG2) e Gabriele MICALIZZI (fotoreporter).

Gorgio Fornoni ,(Reporter) dopo aver raccontato e fornito la sua testimonianza quale collega ed amico di tante avventure di Maria Grazia Cutuli, per documentare fatti di guerre , ha mostrato alcuni suoi documentari di scenari di guerre, all’affollatissimo auditorium che ha visto tra l’altro la partecipazione  attiva ed accorta di tanti ragazzi delle scuole che non si sono risparmiati nel fare domande e sciogliere perplessità.

Il Reporter Fornoni, ha fatto sapere dell’imminente uscita del suo nuovo libro “Sulla Rotta della Bestia” che documenta la sua esperienza in scenari di guerre.

Interessantissimo e di grande impatto, anche l’intervento di Angelo IANNELLI  che si è esibito parlando  di legalità attraverso il viaggio e la cultura di Pulcinella.

Il presidente della Sezione ANCRI della Città Metropolitana di Bari Cav. Giovanni CARELLA.