Il Comune di Caprarica di Lecce dalla parte dei sindaci

Diritti & Lavoro

Il sindaco di Caprarica Paolo Greco e l’amministrazione comunale
aderisce alla lettera dei Comuni di San Donato, Lizzanello, San Cesareo,
Casti di Lecce, Vernole e Lequile, pubblicata ieri, con cui sono stati
chiesti la modifica del PRGRU e l’intervento in favore delle popolazioni
dei comuni viciniori con un contributo economico di almeno un milione di  euro per comune, al fine di ridurre e ridimensionare il pluridecennale e continuo impatto sociale ed economico connesso alla concentrazione di
impianti di smaltimento di rifiuti nel limitrofo territorio del Comune
di Cavallino.

https://www.corrierepl.it/2019/11/16/i-sindaci-scrivono-a-michele-emiliano/(si apre in una nuova scheda)

L’Amministrazione di Caprarica plaude alla svolta dei Sindaci dei
comuni sopraindicati di voler dare una forma istituzionale ad un
problema pluridecennale. Da tempo – infatti – il Sindaco e
l’Amministrazione di Caprarica  ritengono necessaria una visione
politica e non demagogica in merito alle vertenze ambientali dell’intero
Salento. Pur valutando che non sia il prototipo sperimentale di
trasformazione del cemento-amianto previsto a Cavallino a variare la
situazione ambientale esistente, il Sindaco Greco e la sua Giunta
sostengono da sempre che sia necessario che la politica su questi temi
assuma l’iniziativa di governo del territorio. Per questo, anche il
Consiglio Comunale di Caprarica di Lecce sarà convocato in seduta
congiunta presso l’aula consiliare della Provincia di Lecce alle ore 15
del 29 novembre prossimo. Dove, anche se sarà assente per pregressi
impegni istituzionali il Sindaco Paolo Greco, l’Amministrazione di
Caprarica ribadirà l’esigenza che la politica e le istituzioni portino
soluzioni avanzate all’impatto degli impianti di trattamento rifiuti di
Cavallino ed ai diversi temi ambientali del Salento, non da ultimo
quelli di impatto (visivo e non) che il territorio di Caprarica deve da
tempo subire da parte di Comuni vinciniori.