Torna “La voce del mare”, rassegna di belle parole ideata da Daniela d’Elia.

Ambiente & Territorio

Partito l’invito ai poeti per partecipare alla 2^ edizione dell’evento.

Venerdì il primo laboratorio di poesia con gli studenti dell’istituto “Notarangelo-Rosati” di Foggia. La poesia come via d’uscita per far riemergere bellezza e solidarietà.29/30 novembre – 1° dicembre 2019, Auditorium Santa Chiara – Foggia

Torna anche quest’anno l’appuntamento con “La voce del mare”, la rassegna di belle parole ideata da Daniela d’Elia e organizzata da Comune di Foggia – Assessorato alla Cultura e Assessorato alla Pubblica IstruzioneFondazione dei Monti Uniti di FoggiaRotary Club FoggiaBiblioteca Magna Capitana, Casa d’Arte – Casa D’E, con il sostegno di Provveditorato agli Studi di FoggiaConfcommercio FoggiaL.I.P.S. (Lega Italiana Poetry Slam).

In attesa della 2^ edizione dell’evento, in programma il 29 e 30 novembre e il 1° dicembre 2019 nell’Auditorium Santa Chiara Foggia, è partito l’invito ai poeti che potranno partecipare alla rassegna.

“La voce del mare” è un progetto nato nel 2018 da un’idea di Daniela d’Elia – pittrice, illustratrice, scenografa, attrice, autrice di sceneggiature, di racconti e filastrocche, viaggiatrice del mondo di terra e del mondo interiore – che prende il nome dal titolo di una poesia di Mariano Doronzo, giovane poeta pugliese.

«Il percorso de “La voce del mare” continua sull’onda di “La via d’uscita: la Poesia”, progetto che da maggio scorso ha trovato spazio nella Casa Circondariale di Foggia e che ha coinvolto 15 detenuti e diversi poeti del territorio», spiega Daniela d’Elia che aggiunge: «una “via del mare” che è riuscita a giungere e a scuotere gli animi dei partecipanti e che vuole scuotere quello di chi gode una libertà fisica ma resta imprigionato nelle gabbie dei dettami del consumismo, di un apparire ad avere, invece di mostrare e far emergere il proprio essere».

La poesia come via d’uscita, dunque, quale atto rivoluzionario e sovversivo, per far riemergere bellezza e solidarietà; per aprire le gabbie e liberarsi dalle catene di un malessere diffuso che condiziona le vite di tutti.

La rassegna avrà inizio venerdì 29 novembre con La Passeggiata – Corteo Poetico Itinerante nel centro storico della città e continuerà per tre giorni con l’obiettivo di far giungere ovunque “la voce del mare”. È prevista anche una Regata poetica, ossia un concorso orale di poesia il cui vincitore sarà decretato dal pubblico.

In attesa dell’evento, venerdì 15 novembre Daniela d’Elia, insieme alla poetessa Maria Del Vecchio, terrà un laboratorio di poesia con gli studenti dell’istituto tecnico “Notarangelo-Rosati” di Foggia. Sarà il primo di una serie di incontri con le scuole del territorio.

Tante le iniziative che accoglieranno il ritorno de “La voce del mare” in città. Durante la tre giorni, infatti, alcuni ristoranti della città proporranno un menù poetico, mentre a fine evento sarà premiata la vetrina poetica più bella tra quelle allestite dai commercianti di Foggia

Linee guida di partecipazione a “La voce del mare”:

_ i poeti che vorranno declamare un proprio componimento durante il Corteo Poetico del 29 novembre devono inviare l’adesione a lavocedelmarefg@gmail.com con oggetto: “partecipazione al corteo poetico”;

_ i poeti che vogliono partecipare alla Regata poetica in programma domenica 1° dicembre all’Auditorium Santa Chiara devono inviare la richiesta a lavocedelmarefg@gmail.com con oggetto: “partecipazione alla Regata poetica”. Saranno accolte le prime venti email (+10 in lista d’attesa).