Milano, ergastolano in permesso premio aggredisce uomo 79enne

Cronaca

Written by:  Monica Montanaro

Antonio Cianci ha accoltellato un uomo nel parcheggio dell’ospedale San Raffaele a Milano mentre usufruiva di un permesso premio concesso dal Tribunale di sorveglianza   poiché stava scontando la sua pena all’interno della struttura penitenziaria del carcere di Bollate. Il responsabile dell’atto criminoso ha sulla sua fedina penale già una pesante condanna all’ergastolo per omicidio plurimo, poiché nel 1979 a Melzo, nell’hinterland milanese, uccise tre carabinieri.  Cianci quando è stato fermato dalla polizia aveva ancora in tasca il taglierino usato per l’aggressione per aver tentato di rapinare la vittima. L’uomo 79enne, che ha subito l’accoltellamento, è rimasto ferito alla gola ma sarebbe fuori pericolo di vita risultando guaribile dal personale medico.

La dinamica dell’aggressione, avvenuta intorno alle 18, è stata esplicitata dalla vittima del cruento atto, il quale ha raccontato di essere stato inizialmente minacciato e poi ferito con un taglierino alla gola mentre transitava nel parcheggio sotterraneo. Cianci, bloccato nei pressi dell’ospedale dagli agenti di polizia, aveva ancora indosso il taglierino, i pantaloni insanguinati, il cellulare di proprietà  della vittima e dei guanti utilizzati, probabilmente, per compiere il terribile reato.