Gli orizzonti

Cultura & SocietàDiritti & Lavoro

A dispetto di tante diatribe, l’Italia è sempre a un bivio. Come si evolverà la politica nazionale? Ora non ci sono le condizioni per restituire all’arte del governo maggiore attendibilità. Di là dalle polemiche che non servono, vivere da noi è sempre difficile e i sondaggi confermano quella che non è solo una nostra impressione. Per ritrovare un equilibrio socio/economico valido, l’Italia avrebbe bisogno di un programma che tenga conto delle sue reali necessità.

In tanto scompiglio, restano irrisolti parecchi problemi e altri se ne aggiungeranno. Il tutto a sfavore del cittadino che è, e rimane, la vera vittima di un sistema che stenta a cambiare. Per noi, non è chiaro scrivere come e quando.

Ancora una volta, resta l’incertezza di tempi che non sembrano idonei a “smussare” gli angoli di una politica troppo invalidata. Gli orizzonti raggiungibili restano pochi. Però ci sono. Certo è che le novità non mancheranno e la scienza di governo squilibrata presenterà il suo conto tramite una legge di stabilità che preferiamo non stimare. Altri ”orizzonti” sul fronte politico nazionale mancano e di ciò non ci resta che prenderne atto.

Giorgio Brignola