A San Severo, Calmapparente, un film di Eric Veneziano

Eventi, Musica & Spettacoli

A San Severo, Calmapparente, un film di Eric Veneziano, tratto dall’omonimo romanzo di Mauro Valente

San Severo c’è. La cittadina del Tavoliere vuole farsi sentire tramite la sua parte buona, quella che non si arrende, che dà voce alla cultura con il coraggio e la forza della passione creativa e l’aggregazione degli artisti locali e non solo. Un evento unico per la “Città d’Arte” con la produzione di una pellicola cinematografica interamente girata e ambientata sul territorio foggiano grazie all’ardire dello scrittore Mauro Valente.

A San Severo infatti il 25 ottobre 2019, presso il cinema Cicolella, con il Patrocinio del Comune, si è svolta la Prima cinematografica, annunciata in mattinata da RaiTre,  del film “CalmApparente” di Mauro Valente, diretto dal giovane regista Eric Veneziano, anni ventisette, di Ivrea.

Lo scrittore, avvocato di professione, si è cimentato in una nuova avventura, portando sul grande schermo il suo ultimo romanzo al quale si sente particolarmente legato per contenuti e contesto letterario. Una sfida con se stesso, da protagonista, interpretando un ruolo che lo vede coinvolto in prima persona, calato nei panni dell’avvocato Valente.

Una storia intrigante, accattivante in cui la trama, densa di colpi di scena, apre di volta in volta le porte al mistero. I coniugi Bonanno si recano presso il suo studio per affidargli un caso riguardante la propria famiglia. Giorgia, la giovane figlia – ruolo non facile, interpretato da Federica Valente – è affetta da una grave patologia invalidante a causa di un trauma subito durante il parto e a distanza di anni chiedono un procedimento contro la clinica per il risarcimento dei danni permanenti alla ragazza. Non tutto risulta semplice come a un primo approccio e l’avvocato si troverà tra le mani elementi scottanti in cui, le storie dei vari protagonisti si intrecceranno in un incalzare di eventi sorprendenti. Un finale che non lascerà indifferenti, così come le riprese girate in esterno tra panorami mozzafiato di grande suggestione.

Il cast di attori che ha dato vita al film è formato da:

Mauro Valente, Antonio Francesco Parisi, Federica Valente, Valerio Bonetti, Valentina Graziano, Salvatore Luca Tota, Maria Teresa Infante, Paolo Corongiu, Luciano Alfieri, Alfredo Curtotti, Giuseppe Verrillo, Daniele Matranga, Antonio Rinaldi, Francesco Gravino, Laura Orsi, Angelo Masucci, Antonella Corna, Maurizio Carovilla, Alessandro Florio, Luigi Schingo, Christian Verrillo, Lucia De Seriis, Maria Concetta Rinaldi, Vittorio Nista, Maristella Nista, Gaspare Parrino, Soccorsa e Michele D’Arenzo.

Da sottolineare l’apporto per la colonna sonora e i brani che hanno fatto da sfondo alla pellicola dei giovani talenti locali: Vincenzo De Nicola, Chanse, Delbyy, Francesco Cicorella, Antonio Francesco Parisi.

Scene girate quasi per intero nel territorio di Capitanata, mentre le varie sessioni di registrazione audio delle voci “Off” sono avvenute nella recording room dell’ “Edrecords recording studio” di Edgardo Caputo a San Severo.

La Prima del film è stata preceduta, giovedì 24 ottobre, da un incontro dal titolo “Aspettando CalmApparente”, organizzato dalla Pro Loco di San Severo e dall’amministrazione comunale, presso il Foyer del teatro comunale “G. Verdi.”  L’incontro, moderato dal giornalista Michele Princigallo, si è avvalso della presenza del sindaco della città Francesco Miglio e dell’assessore alla Cultura Celeste Iacovino che hanno espresso il loro entusiasmo per il progetto che valorizza la “Città dei campanili.”  Presenti il regista, l’autore-produttore e l’intero cast.La proiezione nella “Città d’Arte” è continuata il 26 e 27 ottobre, con i saluti di un pubblico entusiasta, coinvolto in prima persona per un progetto che rende tutti un po’ più orgogliosi in quel senso di appartenenza troppo spesso dimenticato ma che, alla prima buona occasione risveglia l’amore e l’attaccamento per i luoghi natii.

E se un film e un manipolo di volenterosi sognatori possono fungere da traino per dire che “noi non siamo ciò che vogliono farci credere” ma siamo ciò che desideriamo essere, allora: CalmApparente” sia!

Maria Teresa Infante