Crippa: “dalla Puglia parte la riscossa del sud”

Cronaca

“Parlare davanti a centinaia di cittadini, militanti e simpatizzanti della Lega qui a Bari mi riempie d’orgoglio – dichiara Crippa – e sta a dimostrare la forza politica del messaggio di Matteo Salvini e di un partito che anche in Puglia è oggi il primo partito del centro-destra. La Puglia in primavera sarà liberata da una sinistra dannosa ed incapace di ascoltare il popolo, grazie anche e soprattutto all’amore ed all’orgoglio dei militanti pugliesi e di una classe dirigente della Lega preparata e pronta a vincere la sfida delle regionali del 2020. Con l’affetto e la passione di questa giornata sono certo che dalla Puglia non partirà solo il riscatto di una intera regione ma di tutto il sud dopo decenni di mala politica. Il tavolo nazionale dei leader della coalizione deciderà il candidato presidente ma è evidente che la Lega Puglia ha personalità di spessore in grado di avere tale ruolo per il centro-destra che correrà unito e per vincere”.

“Il voto in Umbria rappresenterà il primo serio e vero avviso di sfratto verso il governo delle poltrone e delle tasse di PD e 5 Stelle – afferma il segretario regionale, on. Luigi D’Eramo. La Puglia di Emiliano e della sinistra sarà spazzata via alle prossime regionali perché è forte la voglia di libertà dei pugliesi da una politica clientelare, demagogica e soprattutto inconcludente. Per fare ciò occorrono il coraggio degli uomini liberi, idee chiare ed una visione concreta e lungimirante del futuro che i nostri uomini e le nostre donne hanno. Sentiamo forte il peso della responsabilità di dover fare scelte importanti per il futuro della Puglia, ma abbiamo una classe dirigente che può trainare il centro-destra alla vittoria”.

“L’entusiasmo dei militanti della Provincia di Bari – prosegue il segretario provinciale on. Rossano Sasso – come di tutti i simpatizzanti pugliesi è davvero eccezionale. Sfido tutti gli altri partiti e movimenti politici in Puglia ad avere centinaia e centinaia di cittadini la domenica mattina in un sala per una assemblea politica. A spingerli l’amore verso la propria terra, la stima incondizionata verso Matteo Salvini ed il grande desiderio di liberare la nostra amata regione”.

“Oggi è una giornata che non dimenticheremo facilmente – continua il responsabile organizzativo e della comunicazione Nuccio Altieri – perché ci offre ancora una volta la riprova della mobilitazione popolare della Lega in Puglia. Qui c’è voglia di politica, di buona politica, quella che è mancata negli ultimi 15 anni. Vogliamo far seguire i fatti alle parole, siamo stufi delle prese in giro della sinistra e di Emiliano. Siamo stanchi di avere infrastrutture inadeguate e di vedere i figli di questa nostra splendida terra abbandonare le proprie famiglie. Così come non è più concepibile che la sanità sia un lusso e che per avere ospedali di qualità si è costretti ad emigrare al nord, dove tra l’altro molti medici e molti professionisti capaci della sanità sono nostri corregionali. È il momento del coraggio, del cuore, della passione e dell’orgoglio. La Lega Puglia è pronta a fare la sua parte per liberare la nostra regione e dare finalmente ai pugliesi il governo che loro meritano”.