Il consigliere Lecce, capogruppo di art.1, Attacca il sindaco d’Oria per incapacita’ politica

Cronaca

LIZZANO – Dopo circa un anno e mezzo di Amministrazione D’Oria a Lizzano, il Gruppo consiliare di Articolo Uno, formato dal sottoscritto Gianluca Lecce e dalla consigliera Ilaria Saracino, criticano duramente l’operato del sindaco.

Tante erano le attese dei cittadini di Lizzano… per non parlare delle promesse!

Vorrei ricordare che ancora aspettiamo che  il sindaco D’Oria sposti la sua sede al pian terreno del Palazzo comunale per ricevere i cittadini, come da promessa fatta.

A flash, ricordiamo sempre al sindaco D’Oria, e ai suoi assessori, alcuni provvedimenti

amministrativi adottati come linee di indirizzo politico riguardo il tanto declarato con l’annuncio-audio per la consegna delle buste dei rifiuti solidi-urbani, che doveva avvenire nei rispettivi bidoni di ogni abitazione e che ancora non avviene. Vorremmo ricordare ai Lizzanesi ancora la mancata stabilizzazione di un custode cimiteriale, proposta dal nostro Gruppo consiliare:provvedimento che si sarebbe potuto attuare benissimo con gli strumenti che la Regione Puglia ha messo a disposizione per i lavoratori socialmente utili, e purtroppo mai preso in considerazione. A proposito del Cimitero di Lizzano dobbiamo sottolineare anche la mancanza di un regolamento aggiornato, visto che dal 1993 ad oggi si sono susseguite diverse nuova norme di Polizia mortuaria.

Per fare ancora una sintesi, chiediamo sempre al sindaco, come già abbiamo proposto anzitempo, la possibilità di acquistare il Castello Marchesale nella sua intierezza, e non solo in parte, alcune piccole stanze che sono soggette anche a contenziosi con i proprietari: la reputiamo ancora una scelta sbagliata, poichè il castello va acquistato per intero.

Sempre da parte di questo Gruppo consigliare è stata  sollevata la problematica sulla scuola “A. Manzoni” che sta trovando soluzione grazie alla nostra sollecitazione al sindaco D’Oria A qualche assessore vorremmo ricordare, magari anche mostrando alcune foto da noi effettuate questa estate,  la cattiva gestione della raccolta dei rifiuti a Marina di Lizzano, che mostravano l’enorme degrado dovuto all’accumulo di rifiuti giacenti ai bordi delle strade, anche nelle ore più calde. Un fatto piuttosto grave visto il rischio igienico sanitario che comportava, per il quale abbiamo altresì inviato esposto al  Prefetto di Taranto e alla ASL.

Questi sono “piccoli” passaggi, ma ricordiamo che la  Giunta D’Oria, a seguito di un bilancio ritrovatosi di 1.300.000 euro, ha pensato bene di consumare risorse per qualche manto stradale e qualche piazzetta. Le ricordiamo che sempre il Gruppo consigliare di ART.1 le aveva proposto la possibilità di presentare un progetto di Piazzetta rossa come giardino della biodiversità, presentando la proposta al G.A.L. con la possibilità di ricevere finanziamenti per riqualificare quel luogo pubblico.

Noi di Art.1 lamentiamo molto la mancanza di indirizzo e di progettualità per molte cose, come  il

terreno presso Bagnara, di proprietà del Comune di Lizzano, per il quale ci aspettiamo che il sindaco fornisca presto notizie in merito ai cittadini. Ma purtroppo siamo costretti a rimarcare il perdurare di questa incomunicabilità da parte del sindaco che  rifiuta il confronto dal primo giorno di insediamento, e ciò sinceramente è poco democratico, e denota a nostro avviso una mancanza di capacità amministrativa che è sotto gli occhi di tutti ormai.

Abbiamo citato dei  piccoli esempi che ci portano a fare un’analisi politica infelice, circa l’operato dell’Amministrazione comunale di Lizzano, se di politica possiamo parlare.

Infine, ma non per ultimo, vogliamo segnalare la mancata tempestività per l’avvio del servizio di mensa scolastica per i bambini, che a differenza degli anni precedenti, stenta ancora a partire.

Chiediamo dunque al sindaco D’Oria, che ci fa venire in mente la  famosa frase ”Un uomo solo al comando”, una presa di coscienza.

Gianluca Lecce

Capogruppo Art 1 Comune di Lizzano