Scontro tra Conte e Renzi su quota cento

Diritti & Lavoro

Acque agitate nella maggioranza. Al centro della discussione c’è la manovra. M5s e Iv chiedono modifiche in Parlamento. Renzi attacca su Quota 100: “E’ ingiusta, vogliamo cancellarla”. Da Bruxelles replica Conte: “E’ un pilastro della manovra” e rassicura sui pagamenti digitali: andremo ad azzerare le commissioni o a ridurle sensibilmente”. L’orientamento della politica di bilancio “risulterebbe leggermente espansivo, riflettendo la cancellazione delle clausole di salvaguardia – solo in parte compensata con altre misure – nonche’ altri interventi”. Scelte che sono “motivate da un quadro macroeconomico meno favorevole del previsto e da rischio al ribasso non trascurabili”, la valutazione di Bankitalia. 

“Quota 100 per me e’ un tema complesso. Per me mettere 20 miliardi di euro in 3 anni per 120 mila persone e’ un errore. Presenteremo un emendamento, se ce la facciamo bene, altrimenti ognuno si prendera’ la sua responsabilita’. In aula chiederemo di dare quei 20 miliardi alla famiglia, all’abbassamento delle tasse”. Lo ha detto Matteo Renzi a Radio anch’io su Rai Radio 1. “Vedo l’aspetto positivo della manovra, il bicchiere mezzo pieno. Le prime misure sulla famiglia, anche se si puo’ fare di piu’. Poi – ha aggiunto – non c’e’ l’aumento dell’Iva. Certo, ci sono alcuni problemini da sistemare, senza troppe tensioni, e sono quelli legati ai micro balzelli, per esempio la sugar tax o l’intervento sulla casa che non hanno un grande impatto sul bilancio ma risultano fastidiosi per i cittadini. Si potrebbe fare un taglio degli sprechi. I micro balzelli li eliminiamo. Italia viva presentera’ degli emendamenti seri con delle coperture”, ha concluso il leader di Italia viva. 

 “Quota 100 c’è, è un pilastro della manovra”, dice il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in conferenza stampa da Bruxelles. “Abbiamo fatto un tavolo e tutte le forze politiche hanno accettato. Poi per carità capisco che una misura piaccia di meno, un’altra di più, rispetto tutte le opinioni” aggiunge il premier replicando al leader di Italia Viva Matteo Renzi, che oggi ha rilanciato sull’abolizione di Quota 100. “Noi voteremo un emendamento per cancellare Quota 100 e dare quei soldi alle famiglie e agli stipendi: vediamo che cosa faranno gli altri” aveva spiegato l’ex premier nella eNews illustrando il programma della nuova forza politica nel giorno in cui prendono il via i lavori della Leopolda, sottolineando però con realismo: “Faremo una battaglia che temo sarà solo una battaglia di testimonianza, visti i numeri”. Ai microfoni di Radio Anch’io, Renzi aveva anche spiegato: “Quota 100 per me è un tema complesso. Per me mettere 20 miliardi di euro in 3 anni per 120mila persone è un errore. Presenteremo un emendamento, se ce la facciamo bene, altrimenti ognuno si prenderà la sua responsabilità. In aula chiederemo di dare quei 20 miliardi alla famiglia, all’abbassamento delle tasse”.