Cambio Comandante al 7° Rgt. Bersaglieri di Altamura Assunto il comando dal Col. Giovanni Ventura

Cronaca

Giovanni Mercadante

                                              Foto –    Cambio di Comandante:

a sinistra  Col. Michele Melchionna uscente;  a destra Col. Giovanni Ventura subentrante

Solenne manifestazione nella caserma “M.O. Felice Trizio”  di Altamura del 7° Reggimento Bersaglieri venerdì 4 ottobre 2019 per il cambio del Comandante. A far da cornice all’evento una splendida giornata soleggiata e il Reparto schierato davanti alle Autorità militari, civili, religiose e ai famigliari degli ufficiali.

Quindi, cambio al vertice della caserma tra il Colonnello Michele Melchionna cedente,  e il Colonnello Giovanni Ventura, subentrante.

                                            Col. Giovanni Ventura

All’evento  ha presenziato il Generale di Brigata Giovanni Gagliano, Comandante della Brigata meccanizzata “Pinerolo”, la Grande Unità dell’Esercito a cui appartiene il reggimento con sede in Altamura; con la partecipazione di Comandanti  di altri reggimenti, tra cui il Col. Claudio Bencivenga del 9° Rgt. “Bari” di Trani; del Col. Gennaro De Maio del 21° Rgt.  Artiglieria di Foggia.

Alla parata schierati mezzi blindati;  mentre in un’altra area sono stati esposti autoblindo di ultima generazione, equipaggiamenti in dotazione e strumenti che fanno il soldato tecnologico.

A destra il Gen di Brigata Giovanni Gagliano con il   Col. Michele Melchionna 

Presenti i Medaglieri delle locali sezioni delle Associazioni bersaglieri; ospiti per l’occasione anche la sindaca di Altamura, avv. Rosa Melodia; i sindaci dei paesi vicini di Gravina in Puglia, Alesio Valente; di Poggiorsini, vice sindaco  Pietro Picerno;di  Acquaviva delle Fonti dott. Davide Francesco Ruggero Carlucci; di Bovino (Foggia) Vincenzo Nunno.

Durante il periodo di comando del Col. Melchionna, il reggimento ha impiegato i suoi pregiati assetti in molteplici teatri, quali la Lettonia, nell’operazione “Baltic Guardian”; la Libia, nell’ambito della Task Force “Ippocrate”, dove il personale del Settimo ha costituito il “core” del contingente;  e  la Somalia, nell’operazione EUTM (European Union Training Mission).

Dal 2008, inoltre, il reggimento partecipa all’operazione “Strade Sicure”, in concorso con le Forze dell’Ordine, in varie zone del territorio nazionale tra i raggruppamenti che operano in Puglia, Lazio e Campania.

Il Colonnello Melchionna ha inoltre guidato la partecipazione del reggimento, al 67° Raduno Nazionale Bersaglieri in Matera (MT), dove la Bandiera di Guerra del 7° Reggimento Bersaglieri ha sfilato per le vie della Città dei Sassi al cospetto di varie autorità civili e militari tra le quali il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale Salvatore Farina.Quale Unità “digitalizzata” dell’Esercito, numerose sono state le esercitazioni di tipo Addestrativo – Operativo svolte in cooperazione con altri reparti della Forza Armata, a supporto del progetto “Forza NEC” (Network Enabled Capabilities) e “Soldato Sicuro”.

Il Colonnello Michele Melchionna lascia il comando per assumere l’importante incarico di Vice Capoufficio Controllo Verifica Armamenti e Controproliferazione dello Stato Maggiore della Difesa in Roma.

Il suo successore, Col. Giovanni Ventura, proviene invece dal Comando delle Forze Operative Terrestri e Comando Operativo Esercito in Roma.

Durante la cerimonia conviviale, il Col. Michele Melchionna ha fatto omaggio al 7° Rgt. Bersaglieri di un quadro con l’immagine del Gen. Alessandro Lamarmora, padre fondatore del “leggendario” Corpo militare.

 Quadro del Gen. Alessandro Lamarmora omaggiato dal Col. Michele Melchionna a destra