Due aziende storiche altamurane premiate dalla Camera di Commercio di Bari

Cronaca

Il panificio la maggiore di Giuseppe Barile fondatore del pane dop di Altamura e Gielle di Luigi Galantucci

Giovanni Mercadante

La cerimonia di premiazione svoltasi venerdì 27 settembre 2019  nel salone delle conferenze della Camera di Commercio di Bari ha visto sfilare su un parterre importante numerosi imprenditori, i quali nati dal nulla  si sono resi  protagonisti nelle loro attività nella lunga temperie della vita.

Il presidente della Camera di Commercio, Alessandro Ambrosi, portando i saluti dell’Ente che rappresenta, ha detto che alle imprese storiche va riconosciuto il  grande merito del lavoro fatto di sacrifici e di successi riverberatisi  nel ricambio generazionale.

Giuseppe Barile  del Panificio La Maggiore premiato  dalla Camera di Commercio di Bari

Da sinistra il nipote Niccolò Montesano; Giuseppe Barile; Il presidente Alessandro Ambrosi e l’Ass. Carla Palone

La Camera di Commercio è la casa delle piccole e medie imprese; il futuro dell’Italia dipende soprattutto da loro. Le imprese sono come gli essere viventi: nascono, crescono e muoiono, ma possono continuare a vivere se sono sostenute dai successori nel ricambio generazionale. Qui  si innestano le storie di famiglia. Il fondatore nasce con la vocazione di fare impresa coinvolgendo nel tempo anche la famiglia. Le aziende storiche possono essere d’esempio per i giovani desiderosi di emulare imprenditori coraggiosi.

Da sottolineare che le piccole imprese sono la spina dorsale dell’economia nazionale. Purtroppo sono molte le aziende che chiudono parlandone male; mentre   si parla poco di quelle che restano per meritare l’apprezzamento  da parte della società.

L’Assessore allo Sviluppo Economico,  Carla Palone  del Comune di Bari, dal canto suo  ha detto che ci  vogliono muscoli e cervello per far camminare le imprese. Lei appartiene ad una famiglia di imprenditori e conosce perfettamente le dinamiche di un’impresa per resistere sul mercato.

I premiati che hanno avuto il prestigioso riconoscimento di “impresa storica sono 39, tra questi due volti noti di Altamura che  potranno fregiarsi del prestigioso titolo sulla loro carta intestata: Panificio La Maggiore di Giuseppe Barile fondatore del Pane DOP di Altamura; e GIELLE di  Luigi Galantucci.

Alla cerimonia di premiazione erano presenti anche i famigliari; per G. Barile, il nipote   dott.  Niccolò Montesano, regista e documentarista   internazionale; mentre  per Luigi Galantucci i figli Top Manager: la dott.ssa Rosanna, tra l’altro presidente  dell’Associazione Una stanza per un  Sorriso; e Vincenzo. 

Il premio è consistito  nel rilascio di un diploma di benemerenza e nella consegna di una targa.

Giuseppe Barile è alla 3^ generazione; figlio d’arte, si può affermare senza ombra di dubbio  che grazie a lui  l’immagine di Altamura ha varcato  i  confini nazionali facendo apprezzare il prodotto più povero della terra, ma nobile per il suo simbolo protetto dalla denominazione d’origine, appunto DOP.

Luigi Galantucci della GIELLE produce impianti e  sistemi antincendio; è attiva  da 55 anni ed è la 7^ azienda al mondo nel settore soprattutto nel  trattamento di gas nocivi.

Azienda apprezzata  sia In Italia che all’estero è  considerata una società leader.

Da sinistra Vincenzo Galantucci col padre Luigi; il presidente Alessandro Ambrosi; l’Ass. Paola Palone; Rosanna Galantucci

                      

Luigi Galantucci col Presidente della Camera di Commercio                           Dott. Alessandro Ambrosi