Arif (Agenzia regionale) multata dalla Regione

Ambiente & Turismo

M5S: “Da anni chiediamo una seria programmazione, ma si sono solo moltiplicate le poltrone”

“Da anni sollecitiamo la Giunta a fare una seria programmazione sull’Arif. Invece, dopo il disegno di legge con cui si è stabilito solo di moltiplicare le poltrone da una a tre, con la nomina di un commissario e di due subcommissari, tutto è rimasto come prima. Il presidente, ora (purtroppo) anche assessore all’Agricoltura continua a svicolare sui problemi dell’Agenzia. Ora  ci ritroviamo nel caos totale, con il paradosso della Regione costretta a dover riesaminare in autotutela le sanzioni comminate all’Agenzia, ovvero a se stessa. Emiliano prova a scaricare le responsabilità sull’Osservatorio Fitoregionale Sanitario, ma la verità è che senza il clamore dei giornali non si sarebbe accorto di niente. Dopo i danni fatti come assessore alla Sanità, ora sta proseguendo con l’agricoltura”  Lo dichiarano i consiglieri del M5S.

“Dopo le dimissioni del Commissario Milillo a soli tre mesi dalla nomina – continuano i pentastellati – e con motivazioni pesantissime su ‘atteggiamenti e le azioni di alcuni settori della Regione Puglia che non permettono di operare serenamente’  ci saremmo aspettati chiarimenti da Emiliano. A distanza di un mese però tutto tace ancora ed è stata messa la cosiddetta ‘pezza’ assegnando ai subcommissari le funzioni del Commissario. Nascondere la polvere sotto il tappeto però non basta, come dimostrano gli ultimi avvenimenti. Per quanto ancora Emiliano continuerà a far finta di niente? Serve una programmazione seria, che quasi a fine legislatura non abbiamo ancora visto. La multa andrebbe fatta a Emiliano unico vero responsabile dei ritardi dell’Agenzia”.