Studenti in piazza per l’ambiente! “cambiamo scuola e universita’, non il clima”

Ambiente & Turismo

“Crediamo che la conoscenza giochi un ruolo importante nel garantire un processo di riconversione ecologica fuori dai profitti delle grandi aziende e delle industrie inquinanti. Occorre rifinanziare anche la ricerca e lo sviluppo per rilanciare il tessuto produttivo e combattere contro lo sfruttamento di interi territori” dichiara Savino Ingannamorte, Link Bari. 

“Per comprendere il cambiamento climatico, prima di arrivare ai grandi disastri ambientali nel Mondo, possiamo soffermarci anche solo sul nostro territorio: la nostra regione è la terza nel Paese per conflitti ambientali. Noi qui abbiamo il dovere di lavorare per rendere le città vivibili per tutte e tutti, a partire dai trasporti pubblici, passando per la riqualificazione delle aree urbane abbandonate e tanto altro” afferma Carolina Velati di Zona Franka 

“Un paese che vuole guardare al futuro deve darsi la sfida di tornare a finanziare la scuola, garantendo un reddito di formazione, una didattica ecologica e di qualità nonché un diritto alla mobilità gratuito per tutte le studentesse e tutti gli studenti.” dichiarano i ragazzi e le ragazze dell’Unione degli Studenti Bari “Ad oggi la maggior parte degli edifici scolastici sono quanto più lontani possibile dall’ecosostenibilità: avere infrastrutture sicure e all’avanguardia significa per noi avere una scuola ecologica che ha un impatto positivo sull’ambiente, per tutti”