Un pomeriggio in biblioteca per leggere e crescere

Politica & Diritti

Bibliopride, letture animate e tanto altro per i bambini sino a 6 anni . Appuntamento domani, giovedì 26 settembre, alle ore 18 presso la biblioteca “Vergari”

NARDO’ – Nella giornata di domani, giovedì 26 settembre, alle ore 18 presso la biblioteca comunale “Achille Vergari” (piazzetta Biblioteca), è in programma la festa per i venti anni di Nati per leggere. Sarà un pomeriggio dedicato ai bambini da zero a sei anni, ai genitori e all’importanza e alla bellezza della lettura, soprattutto con letture animate a cura della responsabile della Biblioteca Santina Dell’Anna e del pediatra Piero Caprio. Una occasione per avvicinare i più piccoli alla lettura e insegnare loro l’importanza di una vita con e tra i libri.

È uno degli eventi organizzati dall’amministrazione comunale nell’ambito di Bibliopride, l’ottava edizione della Giornata Nazionale delle Biblioteche promossa dall’Associazione Italiana Biblioteche, che quest’anno vede come protagoniste le biblioteche di tutto il territorio nazionale, che organizzano eventi nella settimana dal 23 al 28 settembre, tutti dedicati alla promozione della lettura per l’infanzia. Un’edizione, appunto, che coincide con il ventesimo compleanno di Nati per leggere, il programma (sviluppato da Associazione Culturale Pediatri, Associazione Italiana Biblioteche e Centro per la Salute del Bambino) per la promozione della lettura tra le bambine e i bambini nella fascia di età 0-6 anni.

“Sarà un pomeriggio molto interessante – spiega l’assessore alla Cultura Ettore Tollemetonon solo per i bambini, ma anche per le famiglie. Per questo invito tutti a partecipare, anche perché i libri e la lettura non sono cose che isolano, anzi consentono di condividere esperienze che possono essere utili e piacevoli. Non a caso, tutto quello che abbiamo fatto con “Città che legge” rientra nella politica dell’amministrazione comunale di incentivare alla lettura, partendo ovviamente dai più giovani, e tanti progetti stanno nascendo con le stesse finalità. In questo caso abbiamo voluto cogliere l’occasione dei venti anni di “Nati per leggere”, un progetto bellissimo, per dare la possibilità a quanti più genitori possibile di conoscerlo”.