David Sassoli alla presentazione del libro “Ricostruiamo la politica”

Cronaca

BARI – Il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli è stato ospite stamane alla Fiera del Levante dell’Accademia Cittadella Nicolaiana, per un dibattito con il direttore del Tg Norba Enzo Magistà e con Padre Francesco Occhetta, autore del libro “Ricostruiamo la politica“.

A introdurre i lavori è stato il Presidente dell’Accademia Cittadella Nicolaiana, Alberto Losacco. A portare i loro saluti anche il Presidente della Nuova Fiera del Levante Alessandro Ambrosi, il sindaco di Bari Antonio Decaro e il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

“La Campionaria non è solo una Fiera, è molto di più. E’ anche un momento di aggregazione. E di questo ne andiamo orgogliosi”, ha detto il presidente Ambrosi. “Viviamo in un mondo in cui ci sentiamo un po’ spaesati e la globalizzazione ha contribuito a disegnare un modo di vivere completamente diverso dal passato.  E il libro di Padre Occhetta cerca di fare chiarezza anche su questo tema”.

Francesco Occhetta, gesuita, è specializzato in diritti umani all’Università degli Studi di Padova ed è consulente spirituale dell’Ucsi (Unione cattolica stampa italiana).

Nel suo libro affronta molti interrogativi su cui si interroga oggi la società contemporanea. Quali sono le caratteristiche dei populismi europei? Quali riforme mancano al Paese? Quale contributo possono dare i credenti e la Chiesa in Italia alla vita pubblica?

Il volume che si presenta come una guida, una bussola per rilanciare il dibattito politico, è suddiviso in tre capitoli: il primo spiega nel dettaglio cosa sono i populismi, nel secondo si affrontano le colpe e le responsabilità e come si possono curare questi fenomeni, nel terzo emergono le riflessioni suoi ruoli dei cattolici in politica.

“I populismi sono come delle burrasche che si infrangono sul governo e su ciò che è istituzionale”, ha affermato Padre Occhetta. “I politologi dicono che sono movimenti ciclici che si verificano in presenza di alcune caratteristiche: crisi economica, alti tassi di disoccupazione, incremento delle spese militari, crisi della classe media. E’ importante allora riprendere la dimensione spirituale della politica che è anche visione. Per non parlare poi dell’importanza dell’uso delle parole che modellano il mondo e lo creano. La Chiesa ci invita a fare tutto questo”.

Ma come vive l’Europa il populismo?

“Il fenomeno è contemporaneo ma con un risvolto molto antico”, ha dichiarato Sassoli. “Oggi il vero tema da affrontare è lo scivolamento che c’è stato della crescita estrema del nazionalismo in Europa. Tutti i Paesi cercano di definire meglio la loro identità, ma tutti hanno come obiettivo quello di scardinare e indebolire l’Unione Europa. Allora credo che siamo in presenza di un disegno.

Il libro Ricostruiamo la politica fornisce le basi fondamentali per capire il mondo contemporaneo e per continuare a riflettere attorno a dinamiche che influenzano la vita del nostro Paese. Non basta aver messo da parte i sovranismi. Occorrono responsabilità, coraggio e risposte giuste per i cittadini. Viviamo un momento in cui è facile prendersela con gli altri ma è difficile lavorare con gli altri”, ha continuato Sassoli.  “L’Unione Europea non è solo il centro del Continente ma è anche le sue periferie in cui dobbiamo sviluppare azione e politica per rafforzarla. Altrimenti non riusciremo a fermare la globalizzazione e  se non la regoliamo ci travolgerà”, ha concluso il Presidente del Parlamento europeo.