Fiera del levante, business focus Usa

Cronaca

Ottimi rapporti commerciali tra puglia e stati uniti, due mondi legati da antichi rapporti anche umani

Ho portato i saluti istituzionali stamane in Fiera al Convegno “Business focus USA: sfide e opportunità di un mercato in continua evoluzione”.

E’ stata un’utile occasione di confronto e dibattito sulle sfide e le strategie per lo sviluppo nelle relazioni economiche tra l’Italia e gli USA, grazie anche all’intervento di esperti del mercato, nonché di rappresentanti del mondo economico e politico impegnati a creare e mantenere un contesto favorevole di collaborazione. In particolare, i rappresentanti del mondo dell’imprenditoria hanno presentato le proprie esperienze e il loro punto di vista sulle strategie di sviluppo internazionale, con specifico riferimento al mercato statunitense.

Gli Stati Uniti, ancorchè geograficamente lontani dalla Puglia, rappresentano in realtà uno dei Paesi del mondo più vicini a noi per le relazioni commerciali, culturali e turistiche. Infatti oggi tra Puglia e Stati Uniti c’è un interscambio (esportazioni più importazioni) che vale 1,339 miliardi euro.

Anche grazie agli incentivi regionali, Società statunitensi continuano ad investire in Puglia. I progetti in corso di realizzazione qui da noi hanno un valore di 120 milioni di euro.

Società pugliesi, britanniche e americane stanno collaborando per la realizzazione dei progetti legati all’aeroporto di Grottaglie. Com’è noto lo scalo tarantino già utilizzato come “Test Bed” di aeromobili a pilotaggio remoto, diventerà anche il primo spazioporto in Italia, pronto ad accogliere i voli suborbitali ed il lancio di microsatelliti. Dalla Puglia dunque si aprono nuovi scenari per i voli in assenza di gravità che potranno far viaggiare merci, ma anche turisti spaziali. Progetti che aprono nuove collaborazioni con multinazionali statunitensi.

Per la Puglia gli Stati Uniti sono un ottimo partner commerciale per le esportazioni: al secondo posto nel primo semestre del 2019. In termini assoluti la Puglia nel 2018 ha venduto merci verso questo Paese per più di 715 milioni di euro: un volume d’affari che rappresenta da solo quasi il 9% dell’intero fatturato export pugliese.

Con il nuovo ciclo di programmazione (2014-2020) stanno investendo in Puglia varie società statunitensi, grazie alle agevolazioni dei Contratti di Programma regionali.

GE Avio, che opera nel settore aerospaziale, realizzerà due progetti per 94,5 milioni di euro totali, uno a Bari, interamente dedicato alla ricerca, riguarda il controllo di futuri propulsori aeronautici avanzati da impiegare anche per i droni; l’altro, a Brindisi, è dedicato alla realizzazione di celle di lavorazione completamente automatizzate per la produzione di turbine a bassa pressione con componenti ad elevato contenuto tecnologico. Sempre a Brindisi saranno realizzati anche impianti per tecnologie innovative di riparazione di motori aerospaziali.

Sta investendo in Puglia un’altra società statunitense: Experis Srl con un progetto di ricerca e sviluppo che vale più di 3,8 milioni di euro. Il programma riguarda nuove tecnologie applicate alle reti ottiche a banda ultralarga.

Gli USA, insomma, si confermano uno dei principali partner commerciali per l’Italia e la Puglia. Su questo continueremo a lavorare con convinzione e ad ampio raggio.

Mino Borraccino

Assessore allo Sviluppo Economico

Regione Puglia