Cronaca

Fiera del Levante, Convegno

Oggi si è svolto in Fiera il Workshop “InnoStartup – Le startup TecnoNidi si raccontano”. Ho svolto con piacere l’intervento conclusivo, dopo aver ascoltato gli interessanti interventi introduttivi di Crescenzo Marino, Dirigente della sezione Ricerca, Innovazione e Capacità Istituzionale della Regione e di Grazia D’Alonzo, Presidente della Società in house Puglia Sviluppo, che gestisce la Misura.

TecnoNidi è l’intervento con cui la Regione Puglia offre un pacchetto di aiuti per l’avvio di start up tecnologiche e innovative mediante un prestito rimborsabile ed una sovvenzione sia per gli investimenti che per i costi di funzionamento. Le agevolazioni possono arrivare fino a 200mila euro per gli investimenti e 80mila euro per i costi di funzionamento.

Si tratta di una Misura relativamente recente, che si avvale della modalità operativa “a sportello”, che garantisce la continuità temporale degli interventi, consentendo alle imprese proponenti di pianificare i programmi di investimento in ragione delle effettive esigenze, senza dover rincorrere le scadenze dei bandi.

Le iniziative proposte devono essere riconducibili ad una delle seguenti aree di innovazione: Manifattura sostenibile (Aerospazio, Beni strumentali, Trasporti, Tessile e abbigliamento, Mobili, Chimica, ecc.); Salute dell’uomo e dell’ambiente (Agroalimentare, Ambiente, Energia sostenibile, Farmaceutico, Medicale e salute); Comunità digitali, creative e inclusive (Industria culturale, Innovazione sociale).

TecnoNidi è una delle Misure più suggestive e ricche di sviluppi che la Regione ha messo in campo, come è emerso dalle esperienze dirette che alcune startup hanno descritto nel corso del Workshop.

La startup “Oreegano”, per esempio, è un social network che permette ad ognuno di trovare la risposta più coerente alle proprie necessità, esigenze ed obiettivi alimentari, attraverso strumenti personalizzati e servizi innovativi.

Per ogni preparazione è possibile visualizzare immediatamente l’apporto nutrizionale in termini di calorie, proteine, grassi, fibre, vitamine, minerali e così via per tutti i macro e micro nutrienti. “Oreegano” dice automaticamente se la ricetta è adatta a particolari esigenze, ad esempio a un alimentazione senza glutine/lattosio/crostacei, vegana/vegetariana o addirittura sportiva.

Ancora. La startup “Icomm Lab SRL” è una piattaforma Web di servizi integrati di comunicazione digitale per aziende, associazioni, enti, scuole ed altri soggetti giuridici, dedicata alla creazione, esecuzione e monitoraggio di piani di Marketing per consentire alle aziende di incrementare e gestire il proprio parco clienti, ed a qualunque altro soggetto giuridico di ottimizzare la comunicazione, eliminando le criticità legate alla raggiungibilità.

Nelle mie conclusioni ho evidenziato anche le opportunità che si potrebbero cogliere con il bando Innoaid, avviato poco prima dell’estate, che finanzia innovazioni di prodotto e di servizi. Ho accennato, infine, ad un nuovo avviso in preparazione, che finanzierà servizi a supporto di processi produttivi, di innovazione nella gestione aziendale, di cambiamento organizzativo e per la certificazione aziendale. Il target di riferimento sarà sempre costituito dalle piccole e medie imprese.

Mino Borraccino

Assessore allo Sviluppo Economico 

Regione Puglia