Roberta Bruzzone ad Altamura. Presenterà il suo libro “Io non ci sto più”

Eventi & Spettacoli

La nota criminologa Roberta Bruzzone ad Altamura il 20 settembre

Giovanni Mercadante

Grande attesa per la più nota criminologa italiana; volto televisivo che è entrato in tutte le case degli italiani dopo aver trattato il caso Misseri di Avetrana ed essere tra i giurati del programma di RAI1 “Ballando con le stelle”

La Presidente Agnese Loré fa sapere con una sua nota,  che è stata promossa una serata dalla FIDAPA BPW ITALY e patrocinata dall’assessorato ai Servizi Sociali e delle Pari Opportunità del Comune di Altamura, per entrare nelle pieghe del crimine.

Obiettivo è come  imparare a difendersi dagli aggressori insospettabili che spesso vivono insieme a noi, ma che potrebbero trasformarsi in “nemici” o pericolosi offender.

Questo il senso dell’evento dal titolo: “Il Nemico della porta accanto, come difendersi dai manipolatori affettivi”, che si terrà presso il Monastero del Soccorso Gal Terre di Murgia (Sala Tommaso Fiore) il 20 settembre 2019 alle 18.30 , e che avrà come ospite d’eccezione Roberta Bruzzone, la più nota conoscitrice del crimine in Italia.

Presidente FIDAPA BPW ITALY

Dott.ssa  Agnese Loré

Ad intervistare la psicologa forense e criminologa, fondatrice dell’Accademia delle Scienze Forensi e notissimo volto televisivo, è la giornalista di cronaca nera Laura Marinaro, inviata del Settimanale Giallo di Cairo Editore.

Roberta Bruzzone, autore per la casa editrice De Agostini del saggio di successo “Io Non ci sto più”, un vero e proprio manuale per imparare a riconoscere i segni del possibile futuro offender e per difendersene, risponderà alle domande fatte dalla giornalista sulla sua vita e sul suo lavoro, ma soprattutto offrirà i giusti consigli per prevenire le situazioni limite che portano donne e uomini a finire vittime dei manipolatori.

Sarà poi disponibile per rispondere alle domande del pubblico in sala e per autografare i suoi libri.

La Presidente FIDAPA BPW ITALY Sezione di Altamura, Agnese Lore’ dichiara : “Siamo da sempre impegnate sul nostro territorio per favorire lo sviluppo di una cultura basata sul rispetto della persona e l’incontro dei cittadini con la criminologa risponde a tale finalità.

I consigli di Roberta Bruzzone saranno sicuramente preziosi per la nostra comunità per imparare a riconoscere in anticipo i segnali che identificano un manipolatore affettivo e le strategie per liberarsene, prevenendo situazioni estreme di pericolo di vita per sé e per coloro che assistono indifesi a tali forme di violenza.