Draghi, nuovo Qe da 20 miliardi al mese

Cronaca

BENE LE BORSE, LO SPREAD CROLLA AI MINIMI, SODDISFATTO TRUMP

Nuovo Qe da 20 miliardi al mese da novembre finche’ sara’ necessario ‘a rafforzare l’impatto accomodante dei tassi’. Giu’ di 10 punti i tassi sui depositi. Nuovo maxi-prestito a lungo termine per le banche a tassi piu’ bassi per chi presta di piu’.’La politica di bilancio dovrebbe divenire il principale strumento di stimolo all’economia dell’Eurozona’, dice il presidente uscente della Bce Mario Draghi. Brindano i mercati, Piazza Affari la migliore d’Europa con le banche sugli scudi per il forte calo dei rendimenti dei Btp (il decennale al minimo storico di 0,77%). Lo spread scende a 138 punti. In forte rialzo anche Wall Street, plaude alla Bce il presidente Trump: ‘Agisce rapidamente, mentre la Fed sta seduta’. ‘Bene l’azione a sostegno della crescita’.

Complessivamente il nuovo Qe, anche se di ammontare inferiore al consensus, e’ piaciuto agli investitori desiderosi di nuovi stimoli per la sua natura aperta, allineata alla nuova forward guidance sui tassi, che secondo Schroeders non verranno alzati prima del 2026. “Nel complesso, la BCE ha dato un’ulteriore prova che sosterra’ a lungo sia i mercati che l’economia”, ha commentato Unigestion. Mentre per Franklin Templeton “queste politiche dovrebbero continuare a sostenere i mercati dei titoli di Stato europei mantenendo bassi i rendimenti” Altre osservate speciali sono state le banche, ‘stressate’ dalla politica dei tassi negativi. Le misure di mitigazione adottate da Draghi, che ha tagliato di 10 punti i tassi sui depositi, hanno attutito il colpo in Borsa. Con le banche italiane andate decisamente meglio delle europee, grazie alla corsa dei Btp, verso cui sono esposte per 400 miliardi di euro. Esulta l’Abi: la Bce, ha commentato il direttore generale Giovanni Sabatini, “ha riconosciuto gli effetti negativi per il settore bancario da una politica con tassi di interesse negativi” adottando le richieste delle banche italiane e riconoscendo l’applicazione di un tasso pari a zero, anziche’ negativo, su “una parte delle riserve obbligatorie”.

Nuovo minimo storico per lo spread a 138 punti base, ai minimi da maggio 2018. Le Borse sono salite mentre l’euro, dopo una discesa che ha spinto il presidente Usa Donald Trump ad accusare la Bce di agire per “svalutare” la moneta unica, ha recuperato sul dollaro.