Il Bari mette a segno due colpi sul finire del mercato

Sport

Dopo la disfatta casalinga contro la Viterbese, il Bari chiude la campagna trasferimenti con due colpi. Theophilus Awua, 21 anni, centrocampista-mezzala che darà sicuramente concretezza e dinamismo al reparto, un giocatore arrivato in Italia grazie all’Inter che lo ha dirottato nella sua squadra Primavera, quindi una parentesi a Castellammare di Stabia con la locale squadra, fino ad arrivare allo Spezia dove rimane per un anno prima di essere dirottato a Rende nella cui squadra accumula 30 presenze andando in gol sei volte. Lo Spezia prima di cederlo al Bari in prestito con diritto di riscatto, si è garantito le sue prestazioni ancora per un anno facendogli firmare il contratto, appunto, di un anno. Poi Scala è riuscito ad assicurarsi le prestazioni di Raffale Bianco, un centrocampista già transitato da Bari all’epoca della cavalcata di Antonio Conte dove, tuttavia, totalizzò solo due presenze giocando, peraltro, da terzino. Centrocampista centrale, ha cominciato tra le fila della Juventus Primavera, poi Modena, Spezia e Benevento, quindi Carpi dove partecipò alla promozione in serie B e al campionato di serie A culminato con la retrocessione in B. Ultimamente ha militato nel Perugia da dove, appunto, il Bari lo ha preso da svincolato. Come da previsione, sempre nel contesto della campagna trasferimenti, Francesco Bolzoni è passato all’Imolese dove è arrivato solo in prestito e non definitivamente. Questi due innesti aumenteranno sicuramente qualitativamente la rosa, già di per se ‘sufficientemente piena di qualità, starà all’allenatore Cornacchini, adesso, trovare la linea giusta per andare avanti nel campionato, cercando di evitare scelte poco efficaci e possibilmente riuscendo a trovare il modulo giusto evitando di cambiarlo in corsa o in partenza più volte. Ma devono darsi una regolata anche i calciatori i quali devono al più presto calarsi nella categoria, evitando di sentirsi presuntuosi e calandosi in un bagno di umiltà, esprimendo tutte le loro individualità perché dispongono delle qualità per farlo.

Massimo Longo