Rizzo: “Nessuna centrale 118 in Italia ha geolocalizzazione”

Ambiente & Turismo

R

” style=”display: inline-block; line-height: 1; vertical-align: bottom; padding: 0px; margin: 0px; text-indent: 0px; text-align: center;”>
Rizzo: Nessuna centrale 118 in Italia ha geolocalizzazione

(Afp)

A guardare il lieto fine della vicenda dell’escursionista a Ogliastro, geolocalizzato e salvato dal soccorso alpino attraverso un sms, la morte di Simon Gautier nel Cilento, oltre che essere attenzionata dalla magistratura per le possibili responsabilità della macchina dei soccorsi, pone anche dei forti interrogativi sui mezzi a disposizione e le tecnologie che in Italia sembrano viaggiare a due velocità.

“Sarebbe bastato, come per la vicenda di Ogliastro, che il giovane francese avesse risposto a uno dei numerosi sms che sono partiti dal soccorso alpino per geolocalizzarlo e restringere il campo del raggio di dove lui si ritrovava”, dice all’Adnkronos il direttore del 118 Basilicata Serafino Rizzo, che precisa: “Non esiste nessuna centrale del 118 in Italia in cui sia operativo un sistema di geolocalizzazione, consentita invece ai Carabinieri. Ne dispone il soccorso alpino dalla centrale di Torino, ma c’è bisogno della risposta dell’utente. Nel caso di specie del ragazzo francese, lo ribadisco, sarebbe bastata una sua risposta che purtroppo non c’è stata”.