Le inchieste di Rizzo di Raffaele Polo a Specchia

Cultura & Società

Dialoga con l’autore Anna Paola Pascali Specchia, piazza del Popolo 23 agosto ore 20:30 ingresso libero

Continua il tour nel Salento de “Le inchieste di Rizzo” il nuovo libro di Raffaele Polo, edito dalla Robin edizioni e secondo noir dopo “Le improbabili indagini dell’Ufficiale Rizzo” inserito nella collana “Le Giraffe”.Il 23 agosto l’incontro con lo scrittore si terrà a Specchia (a partire dalle 20:30 con ingresso libero) in Piazza del Popolo nell’ambito dell’evento promosso dall’amministrazione comunale che patrocina l’evento realizzato in collaborazione con la Pro Loco di Specchia e l’associazione e20Cult.

Dopo i saluti istituzionali di Alessandra Martinucci Sindaco di Specchia e di Chiara Nicole Lia assessore alla Cultura, Dialogherà con l’autore la scrittrice Anna Paola Pascali. Modera la serata la giornalista Antonietta Fulvio che a proposito del libro scrive. su Leccecronaca.it “Dove finisce la realtà e inizia la memoria? Forse il tempo davvero non esiste e le due dimensioni spazio tempo sono come piani sovrapponibili che possono fondersi e confondersi in contesti particolari… Può capitare allora che personaggi del passato affiorino come ricordi e si manifestino in modo assolutamente reali, così come si
percepiscono suoni e profumi. Sembra sperimentarlo sulla propria pelle l’ufficiale Rizzo con le sue nuove inchieste nel secondo noir di Raffaele Polo edito da Robin edizioni.

Ancora un viaggio nella memoria e nella storia di una terra amata, il Salento, in cui come per magia è possibile rincontrare uomini che la storia di questa terra l’hanno scritta: l’artista Edoardo De Candia, il padre dell’emittenza privata leccese Fulvio Monaco, Antonello singolare personaggio melendugnese e il cantante Adriano Moschettini che con il suo “Concerto per Lecce” (1978) fu la colonna sonora di un’epoca oltre che di una città.
Quattro nuovi episodi – Il mistero del Dodecaedro, Il giornale dell’indomani, Le statue scambiate, Il processo all’ufficiale Rizzo – in una narrazione che restituisce immagini suggestive ed intriganti di un Salento nascosto, esoterico, di cui ci si rende conto di conoscere appena.”
Laureato in Lettere e in Pedagogia, Raffaele Polo è giornalista e collabora con diverse testate.

Si occupa da sempre di scrittura, critica d’arte, poesia dialettale e teatro curando tra l’altro la pubblicazione delle commedie di William Fiorentino. Autore di numerosi libri in cui da sempre il Salento è luogo della memoria e scenografia in cui far muovere i suoi personaggi tra Storia, mistero, realtà e immaginazione.