Luglio 2019, mai cosi’ caldo da 140 anni

Politica & Diritti

Luglio 2019 e’ stato il mese piu’ caldo mai registrato nel mondo negli ultimi 140 anni: con una temperatura media globale di 0,95 gradi sopra la media del 20esimo secolo, ha battuto perfino il record del luglio 2016. A soffrirne sono stati i ghiacci polari, ridotti ai minimi storici: in Artico sono scesi del 19,8% sotto la media, mentre in Antartide del 4,3%. A indicarlo e’ l’ente americano per le ricerche sull’atmosfera e gli oceani (Noaa).

Il luglio del 2019 e’ stato in assoluto il mese piu’ Caldo mai registrato: la conferma arriva dall’ente americano per le ricerche sull’atmosfera e gli oceani (Noaa), che spiega come sia stato superato il precedente record del luglio 2016. La temperatura media e’ stata di 16,7 gradi, 1,7 gradi in piu’ rispetto alla temperatura media di questo mese nel 20mo secolo. I dati sono in linea con le anticipazioni del programma europeo Copernicus. Il 2019 si candida ad essere fra i tre anni piu’ caldi di sempre, insieme al 2016 e 2017. Oltre all’Europa il Caldo anomalo ha investito il Nord America, l’Asia meridionale, l’Africa meridionale e gran parte dell’oceano Atlantico e del Pacifico. Solo in alcune zone di Scandinavia e Russia si sono registrate temperature inferiori alla media. Il trend verso il riscaldamento globale appare inarrestabile, tenuto conto che nove dei dieci mesi di luglio piu’ caldi si sono verificati dopo il 2005 e gli ultimi cinque sono tutti nella Top 5 di sempre. Luglio di quest’anno e’ stato il 415esimo mese consecutivo con temperature globali sopra la media, con i ghiacciai in Artico scesi del 19,8% sotto la media e del 4,3% in Antartide. A settembre si sapra’ se la superficie globale dei ghiacci si e’ ridotta oltre la soglia record registrata nel 2012.