Montemilone alla ricerca di saperi e sapori

Eventi & Spettacoli

Martedì 6 agosto a Montemilone si è svolta una rilevante manifestazione, “La notte dei saperi e dei sapori”.
Diverse associazioni di Montemilone, Minervino Murge, Venosa e San Fele hanno accolto l’invito dell’Associazione Montemilone 2.0, molto attiva sul territorio, a fare rete e organizzare questa ricca e interessante occasione di incontro.
Tre i progetti di promozione turistica presentati nell’affollato Largo Regina Elena.
A promuovere la prima idea progettuale, riguardante la riattivazione a fini turistici della tratta ferroviaria sospesa Rocchetta Sant’Antonio-Gioia del Colle, sono stati Loredana Di Roma, responsabile del “Comitato Sine metu”, Fernanda Ruggiero, presidente dell’Associazione “La Strada dei Fiori” e Giuseppe Ticchio, rappresentante della Federazione e Sportello Basilicata in Svizzera. A loro si è aggiunto l’intervento dell’acuto giornalista Michele Fumagallo, sempre presente e sensibile a queste tematiche.

Mario Musacchio del WWF Basilicata e Maria Grazia Granieri dell’Associazione “Caccia Pesca Ambiente” di Minervino hanno contribuito a presentare le opportunità della diga Locone come attrattore turistico-ambientale. A seguire si è parlato della valorizzazione in atto del Bosco di Montemilone. Momenti di poesia in vernacolo hanno segnato il passaggio da un intervento all’altro, facendo sentire tutti un po’ più a casa.
Numerosa è stata la partecipazione popolare e parole di speranza sono state pronunciate dagli amministratori presenti. Oltre al Sindaco Antonio D’Amelio che ha fatto gli onori di casa, hanno dato il loro saluto i Sindaci di Palazzo San Gervasio e di Minervino Murge, l’Assessore al Turismo di Venosa e don Michele Cavallo, parroco a Montemilone.
La serata è stata arricchita da numerosi stand di commercianti provenienti dai paesi vicini, che con la loro presenza hanno concretamente dimostrato di voler andare avanti sulla strada della collaborazione. Si sono anche gustati piatti locali ascoltando musica grazie alla band “I Murgensis”, che ha generosamente dato il proprio contributo artistico.

Bilancio positivo che dà fiducia su quello che il nostro territorio può diventare se si continuerà a lavorare in rete per iniziative di promozione sociale e in ambito interregionale.