Il Bari verso il match di Coppa contro la Paganese

Sport

A colpi di sottoscrizioni di abbonamenti per i quali si prevede, di questo passo, un record di tessere, prosegue senza sosta la preparazione della squadra verso l’esordio stagionale tra le mura amiche contro la Paganese per il primo turno di Coppa Italia. L’obiettivo, oltre a misurare la tenuta atletica e la messa a punto degli schemi di Cornacchini, è senza dubbio, quella di evitare di prendere sotto gamba la gara (in ritiro e a Salerno la squadra ha sempre evitato di sottovalutare gli avversari anche se modesti), un po’ sulla falsa riga della gara contro il Bitonto dello scorso anno quando la squadra della città degli ulivi espugnò il San Nicola rocambolescamente, ascrivendo nel suo palmares una vittoria storica contro il Bari per giunta in casa del altrui. Ieri la squadra ha svolto una doppia seduta di allenamento lavorando, pressoché, compatti in quanto D’Ursi ha smaltito il problema muscolare subìto contro la Salernitana nella gara del triangolare, tanto che lo stesso dovrebbe essere convocato per domenica prossima anche se sarà improbabile un suo impiego. Come per D’Ursi anche Floriano prosegue sulla via della guarigione completa insieme a Schiavone, il primo reduce da una distorsione alla caviglia in quel di Bedollo, il secondo in ritardo di preparazione. I due sicuramente faranno parte del gruppo a partire dalla settimana prossimo quando la squadra si preparerà per la gara contro l’Avellino, gara che rischia di non giocarsi al Partenio in quanto è in fase di adeguamento al campionato e, pertanto, non si possono escludere alcune alternative, una delle quali che si possa invertire il campo giocando la gara a Bari oppure giocando su un campo alternativo con tutte le conseguenze tecnico-logistico-economiche del caso.

Massimo Longo