Addio a Paolo Giaccio, autore televisivo e giornalista musicale

Cultura & Società

Uomo di grande spessore umano e culturale ha contribuito all’innovazione della radio e tv italiane

A Roma, oggi, 29 luglio 2019, si è spento Paolo Giaccio, giornalista musicale, autore e produttore televisivo.

Romano di origini, Giaccio era nato il 16 febbraio del 1950, importante innovatore insieme al suo team della radio statale di fine anni Sessanta. Nel 1969, infatti, prese il posto di Renzo Arbore nella direzione del programma radiofonico “Per voi giovani”. Negli anni Settanta divenne giornalista del TG2 e proprio all’interno del telegiornale curò il rotocalco settimanale “Odeon. Tutto quanto fa spettacolo”, ideatori del programma Brando Giordani ed Emilio Ravel. Negli anni Ottanta realizzò per RaiUno con Carlo Massarini e Mario Luzzatto Fegiz la trasmissione “Mister Fantasy” riservata alla musica rock, primo programma italiano dedicato ai videoclip musicali. Famoso anche il suo “Obladì Obladà” condotto da Serena Dandini, e dedicato al mondo dei fumetti e dei brevi filmati di arte. Paolo Giaccio è stato anche responsabile editoriale di diversi canali satellitari.

Il giornalista lascia la figlia Anna e la moglie, la scrittrice Camilla Baresani, sposata da poche settimane.

F.Moretti