Si al muro di Trump dalla Corte Suprema

Diritti & Lavoro

Dalla Corte Suprema arriva il via libera a Donald Trump ad accedere ai fondi del Pentagono per costruire il muro al confine con il Messico. Si tratta di circa 2,5 miliardi di dollari per 160,9 chilometri di recinzione al confine. “Wow! Una grande vittoria sul Muro. Accordo sull’asilo con il Guatemala – il commento del tycoon – La Corte Suprema ha ribaltato un’ingiunzione precedente, consentendo al muro con il Messico di procedere. Una grande vittoria per la sicurezza’.

Importante vittoria di Donald Trump alla Corte Suprema che ha ritenuto legittima la sua decisione di stornare i fondi del Pentagono per la costruzione del muro. Con una decisione presa a maggioranza, cinque voti favorevoli e quattro contrari, la Corte ha infatti rovesciato le precedenti sentenze di un giudice federale e di una Corte d’appello che avevano impedito all’amministrazione Trump di usare 2,5 miliardi di dollari del bilancio della Difesa per avviare la costruzione del controverso muro sul confine meridionale. L’intervento della Corte – dove ora vi è una maggioranza di giudici di orientamento conservatore, due dei quali nominati da Trump – è arrivato su richiesta degli avvocati dell’amministrazione che hanno chiesto un intervento d’urgenza perché dopo il 30 settembre prossimo, fine dell’anno fiscale in corso, questi fondi non sarebbero stati più a disposizione.