Infrastrutture, Furore (m5s): con investimenti cipe in Puglia eliminiamo divario nord-sud

Politica & Diritti

“I 7,9 miliardi di euro per le opere ferroviarie nel Sud Italia sono un’ottima notizia soprattutto per chi, dalle fila del Movimento 5 Stelle, si è impegnato per questo risultato, lottando a favore della riduzione del divario con il Nord Italia. Le discussioni di questi giorni in merito al Tav assumono una luce ancora più tetra se pensiamo alle condizioni delle infrastrutture nel Meridione. Mentre i riflettori restano accesi sull’alta velocità, fuori dal cono di luce il governo dimostra il suo impegno per cambiare gli investimenti infrastrutturali puntando su piccole, ma utili, opere necessarie ai cittadini come la stazione Alta Velocità Foggia – Cervaro, il raddoppio della tratta Orsara-Bovino, il collegamento ferroviario per l’aeroporto di Brindisi e l’elettrificazione della linea Barletta-Canosa”, dichiara l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Mario Furore.

“I prossimi passi da muovere a Bruxelles dovranno essere verso l’esclusione degli investimenti in infrastrutture dai vincoli di bilancio dell’Ue. È l’unica via possibile se vogliamo eliminare davvero gli squilibri non solo all’interno del nostro Paese, ma anche tra gli Stati membri”, conclude Furore.