Nomina Direttore Generale Asset.“Numerosi dubbi sulla procedura

Politica & Diritti

Trevisi (M5S): Avviso Pubblico con tempi troppo stretti”

“La Giunta regionale come sempre è assente quando deve dare spiegazioni sulle nomine. Prima di esprimere un parere sulla designazione di Elio Sannicandro a Direttore Generale dell’ASSET avremmo voluto una risposta all’interrogazione sui ritardi nell’indizione dell’Avviso Pubblico e sul lungo periodo di commissariamento che ha preceduto la nomina del Direttore, neanche previsto nella legge istitutiva dell’Agenzia. Purtroppo, invece, ancora una volta la Giunta ha agito non tenendo conto delle sue stesse leggi, un modus operandi a cui siamo purtroppo tristemente abituati” Lo dichiara il consigliere del M5S Antonio Trevisi in seguito al parere favorevole espresso a maggioranza in V Commissione sulla delibera di giunta del 9 luglio 2019 con cui Elio Sannicandro viene designato Direttore Generale dell’ASSET.

“Abbiamo votato contro questa designazione – continua Trevisi – perché  abbiamo numerosi dubbi sull’Avviso per la nomina del Direttore Generale dell’ASSET, alla luce dei termini particolarmente ristretti per la presentazione delle candidature fissati in soli 15 giorni decorrenti dal giorno di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, coincidenti in gran parte con il periodo pasquale e con altre festività (dal 12/04/2019 al 27/04/2019). Per quello avevamo chiesto più volte di riaprire i termini per garantire maggiore pubblicità all’Avviso. Chiedevamo un’attenta valutazione delle candidature affinché la nomina fosse ispirata a criteri di professionalità, esperienza, trasparenza e onorabilità, viste la rilevanza e la quantità di funzioni attribuite all’Agenzia. Sarebbe stato utile che almeno gli assessori competenti venissero a riferire in commissione i motivi che hanno giustificato la nomina e soprattutto ad illustrare, come avevamo già chiesto in sede di esame del DDL che prevede il conferimento di ulteriori funzioni all’ASSET, le attività espletate dal Commissario ai fini della costituzione dell’Agenzia ASSET e della contestuale soppressione della precedente Agenzia AREM, per conoscere nel dettaglio le attività fino ad oggi svolte da Sannicandro,  chiamato a ricoprire il ruolo di Direttore Generale dell’Agenzia. Richieste che purtroppo sono rimaste inascoltate: ancora una volta ci troviamo davanti all’ennesima nomina basata su logiche che poco hanno a che fare con merito e curriculum”.