Bari – Il giorno di Perrotta e dell’amichevole col Pisa

Sport

E’ il giorno di Marco Perrotta, arrivato solo ieri sera a Brusago frenato da un lutto in famiglia, difensore centrale, 25 anni dal Pescara, mancino (un quadriennale per lui), uno dei cosiddetti titolari di difesa, stamattina si sta allenando coi compagni e non è escluso che venga utilizzato oggi pomeriggio col Pisa dal momento che sul campo, adesso, Cornacchini lo sta facendo giocare in un allenamento tattico con i cosiddetti titolari che, verosimilmente, non solo dovrebbero iniziare la gara nel pomeriggio contro il Pisa ma potrebbero addirittura comporre l’undici titolare nel 4-3-3 durante il campionato. Prende sempre più forma la difesa del Bari con, oltre che a Perrotta,  Sabbione, Esposito, Di Cesare, Corsinelli (che può fare, comunque, anche l’esterno alto), Berra e Cascione sempre che non si lavorerà su in quarto difensore centrale o con un altro terzino.

Si parla di ciliegina sulla torta a fine mercato anche se ci risulta difficile che in agosto il Bari possa acquistare qualcuno. Certo, starà attento ai vari movimenti anche se eventualmente in uscita e, di conseguenza, per qualche ulteriore giocatore in entrata.

In tanti vogliono avere notizie su D’Ursi e Ferrari. C’è stata ieri sera un’accelerata a riguardo. La trattativa si può dare ormai ai dettagli che – lo ricordiamo – è impostata sui 700mila euro da versare al Catanzaro. Esterno, 14 reti, appunto, a Catanzaro, dovrebbe sottoscrivere un quadriennale col Napoli per poi essere ceduto al Bari con un prestito biennale. Probabilmente lo si vedrà nel tra domani e venerdì in campo Si attende che l’agente del calciatore salga a Dimaro nel ritiro del Napoli per discutere sui dettagli, vale a dire sul contratto, su eventuale bonus, e sulle garanzie tecniche in quanto lui pensa, sì, ad una piazza importante come Bari ma pretende di giocare da titolare.

Ferrari, un calciatore che ha realizzato 12 reti col Piacenza, dal profilo importante, portandolo al Bari sarebbe un gran colpo che va a regalare centimetri in attacco alla squadra di Cornacchini. Per lui crediamo che questa settimana possa essere decisiva. Ove dovesse arrivare, andrà a fare concorrenza a Simeri ed Antenucci, anche se il ruolo di Ferrari nella batteria di attaccanti crediamo che ricondurrebbe alla eventualità di giocare, almeno nelle gare casalinghe, con il 4-4-2, e allora Simeri o Ferrari potrebbero essere gli ideali partner in coppia con Antenucci. Comunque la dirigenza del Bari vorrebbe chiudere queste due trattative entro domeniche per poi dedicarsi sia alla cosiddetta eventuale ciliegina sulla torta o alle eventuali uscite: i deputati sono uno tra Bolzoni e Feola che vanno ad ingrandire la batteria di centrocampisti già esistente, senza dimenticare anche Neglia o Floriano che vanno ad ingrandire quella degli esterni, delle ali, insomma, anche se l’eventuale distacco potrebbe sembrare doloroso anche perché i giocatori, oltre che ad impegnarsi molto, stanno giocando molto bene. Purtroppo il calcio, si sa, non ammette relazioni sentimentali durature, ma noi ci auguriamo, in tutta onestà, che rimangano tutti e quattro.

Coppa Italia: si parte domenica 11 agosto contro la Paganese al San Nicola, essendo slittata la data iniziale del 4 agosto per dare tempo all’Avellino di organizzare una squadra che al momento non c’è.

Oggi a Storo, il paese della polenta, si prevede una partita interessante sul piano tecnico in quanto se contro la Fiorentina B si è assistito ad un match modesto a causa delle gambe pesanti e della imprevedibilità dell’avversario che ha dimostrato di essere parecchio imballato, col Pine è stata la gara che ha avuto i soliti risvolti di una goleada con spunti, si, interessanti ma assolutamente da rivedere in qualche test più impegnativo quale, appunto, potrà essere quello di oggi pomeriggio contro il Pisa. Vedremo se ci sarà minutaggio per Berra e per Perrotta, da verificare quelli per Schiavone.

Massimo Longo