Bari – Oggi test contro il Pinè e il punto sul mercato

Sport & Motori

Seconda giornata di amichevole, oggi, davanti a tanti tifosi del Bari, praticamente tutti residenti al Nord Italia, che, complice il weekend, non faranno mancare il proprio affetto.

Alle 18, infatti, c’è in programma, qui, sul terreno di Bedollo, l’amichevole con il Pinè, un test decisamente meno impegnativo rispetto a quello contro la Fiorentina dove si prevede la solita goelada estiva, ma è un test che serve per valutare i ragazzi, capire se ciò che viene loro impartito troverà applicazione sul campo. C’è curiosità nel vedere Costa, Folorunsho e Neglia, assenti a Moena, mentre per vedere Floriano si dovrà attendere ancora del tempo a causa della sua caviglia malandata.

Ultime di mercato. Perrotta, centrale difensivo classe 94, è in arrivo a Bedollo avendo, infatti, lasciato ieri sera il ritiro del Pescara di Palena. L’affare può essere considerato concluso, ed il giocatore arriverà a titolo definitivo anche perché, proprio ieri, il Pescara ha definito l’arrivo di Palmiero, una doppia operazione confermata, tra l’altro, proprio dal Presidente abruzzese.

Anche su Filippo Berra ci sono pochi dubbi sulla conclusione positiva della trattativa con la Pro Vercelli. Ieri, infatti, sembrava molto vicina al Pordenone, ma subito dopo, in serata, il Bari ha rilanciato l’offerta. L’affare si farà lunedì e vedrà il difensore legarsi al Bari tramite un triennale. Berra è un terzino destro che in 37 presenze ha siglato ben 9 reti lo scorso anno.

Chi può giocare anche a terzino destro è Sabbione, un calciatore fortemente voluto dalla dirigenza del Bari, Matteo Scala in primis che lo conosce bene sin dai tempi di Carpi, ma può disimpegnarsi bene anche come centrale difensivo e come mediamo. Ieri il giocatore è parso già pronto e avanti con la preparazione ma soprattutto già integrato col gruppo, segnale, questo, che non ha bisogno di allenamenti personalizzati. Chissà se Cornacchini non lo lanci nella mischia per qualche minuto oggi. Insomma, la linea difensiva, che è mancata nel corso di questa settimana, comincia a prendere corpo con Di Cesare, Perrotta, Sabbione, Costa, Berra e quelli già presenti nel ritiro come Cascione e Esposito.

Ferrari dovrebbe essere in ritiro tra lunedì e martedì, per lui i tempi si sono un po’ allungati ma non dovrebbero esserci problemi per il trasferimento al Bari, mentre per D’Urso ci vuole ancora del tempo ma anche in questo caso problemi non dovrebbero sorgerne, ci vorrà qualche giorno in più, tra l’altro il calciatore ha scelto senza pensarci due volte il Bari anche perché da napoletano, l’idea di essere prelevato dalla società partenopea per essere girato al Bari lo ha galvanizzato.

Massimo Longo