Giornata della donazione del sangue promossa da Filippo Melchiorre

Cronaca

Nella foto Davide Carlucci, sindaco di Acquaviva delle Fonti con una ‘cipolla rossa ‘ di Acquaviva

“In prima fila sindaci e consiglieri dei Comuni metropolitani, esponenti delle forze dell’ordine, del mondo dello spettacolo, dell’associazionismo e dello sport”  

Si è svolta, questa mattina, all’Ospedale “Di Venere” di Bari, la giornata della donazione del sangue, promossa dal consigliere comunale, Filippo Melchiorre. Un’iniziativa che si rinnova da oltre vent’anni diventata nel tempo un appuntamento fisso dell’estate, un periodo dell’anno in cui il fabbisogno di sangue aumenta notevolmente.

“E’ una chiamata alle armi che organizzo ogni anno nella consapevolezza che, chi ricopre un incarico pubblico, ha il dovere di essere portatore di valori e messaggi positivi nei confronti della comunità – afferma Filippo Melchiorre. La disponibilità di sangue è un patrimonio collettivo a cui ognuno di noi può attingere in caso di necessità e in ogni momento per questo è importante ampliare la fascia di donatori soprattutto in un periodo dell’anno di seria necessità quali i mesi estivi”.

Un messaggio colto quest’anno da diversi rappresentanti istituzionali che si sono presentati, di buon mattino, al “Di Venere”, presso il Servizio di Medicina Trasfusionale, diretto dal dottor Domenico Visceglie, per donare il sangue: i sindaci di Acquaviva delle Fonti, Davide Carlucci, di Castellana Grotte, Francesco De Ruvo, di Gioia del Colle, Giovanni Mastrangelo, il Presidente del Municipio 2 di Bari Gianlucio Smaldone e i consiglieri comunali di Bari, Michele Picaro e Romeo Ranieri, di Noicattaro Rocco Pignataro e Michele Tortelli, ma anche esponenti della Polizia di Stato che, attraverso il vice questore aggiunto, Maurizio Galeazzi, ha aderito all’iniziativa, del mondo dello spettacolo Augusto Masiello, presidente del Teatro Kismet e il direttore d’Orchestra, Elio Orciuolooltre che diversi cittadini.

Per l’occasione ogni Comune intervenuto a portato con sè un simbolo del proprio territorio come la cipolla rossa di Acquaviva, l’olio extravergine di oliva di Gioia del Colle e l’impanata di Castellana Grotte, prodotti genuini e tipici della nostra terra. Infine, fiori per tutti donatori, regalati dal sindaco di Terlizzi, Ninni Gemmato.